News

Fiat Multipla my 2002


Avatar Redazionale , il 12/06/02

19 anni fa - Multipower

Tempo di rinfrescatina anche per la Multipla. Resta il frontale "a muso di delfino" e quelle sue forme piene a cui ormai l'occhio si è abituato. Nessun intervento radicale, in compenso si amplia l'offerta di accessori e nel fuoco incrociato dei motori disponibili c'è anche una nuova unità a GPL.

Fuori le novità sono poche, i classici ritocchi che passano per coppe ruote, cerchi in lega e paraurti (adesso vistosamente in tinta) ma dentro e, soprattutto, sotto il voluminoso corpo vettura si celano una serie di soluzioni inedite che arricchiscono i contenuti dell’auto in pieno accordo con la sua vocazione versatile e "sperimentale".

Tutto ciò grazie alla particolarità della sua struttura portante (costituita, anziché da una tradizionale monoscocca, da una gabbia space-frame d’acciaio su cui sono montati i lamierati) che oltre a garantire rigidità torsionale e flessibilità produttiva, consente, insieme al doppio pianale, di alloggiare a bordo quattro bombole di carburante supplementari senza compromettere abitabilità e vano di carico: una caratteristica già sfruttata sulle versioni con alimentazione a metano.

Con il model year 2003 si continua infatti a percorrere la strada dei carburanti alternativi, puliti ed economici, e dopo Bipower e Blupower è in arrivo anche la Multipla Gpower, cioè con funzionamento benzina/GPL. Il motore di partenza è sempre il Torque 1.6 16v già felice ospite dei cofani di Bravo/a, Marea e Stilo, rivisto e adattato per bruciare gas di petrolio liquefatti.

I quattro iniettori, specifici per questa unità, permettono di introdurre nei condotti di aspirazione il GPL allo stato liquido, conseguendo un’efficienza maggiore rispetto ai soliti impianti in cui il combustibile viene vaporizzato. A ciò bisogna aggiungere la cura riservata dai progettisti alla sicurezza, che si avvale del dispositivo antincendio FPS su entrambi i sistemi d’iniezione e del serbatoio a prova d’urto.

Le altre motorizzazioni disponibili

sono il "normale" 1.6 benzina e l’apprezzato 1.9 JTD da 115 CV. Con il primo, che eroga 103 CV, si accelera da zero a cento in 12,6 secondi per un consumo combinato di 9 l/100 km, mentre col secondo i tempi si riducono a 12,2 sec e i litri a 6,4.

A metano tutto cambia

, le percorrenze crescono rispetto alla 1.6 ma le prestazioni ne soffrono parecchio (0-100 km/h in 16,0 per la Bipower e 15,5 per la Blupower). La new entry del listino, invece, beve 11,1 litri di GPL ogni centro chilometri (sempre in combinato) e scatta a 100 km/h in 14,2 secondi. Per questa versione ci sono due opzioni: con serbatoio monobombola o bibombola; il primo offre una percorrenza di circa 350 km e 620 quello doppio. Vista la carenza di distributori di GPL, si consiglia la seconda soluzione.

Un cenno merita l’aggiornamento delle caratteristiche di sicurezza della vettura: i freni posteriori sono ora a disco su tutte le versioni e possono essere ordinati i window bag, che proteggono la testa. I cuscini frontali si gonfiano con una dinamica differenziata a seconda del peso del passeggero.

Se sul fronte tecnico la Multipla ha deciso di venire incontro anche alle esigenze di quell’esercito di valorosi che nei prossimi mesi si metterà al volante con famiglia al seguito: multimedialità, funzionalità e praticità le tre parole chiave. Per aiutare i pargoli a salire in auto, niente di meglio dei predellini posteriori; per sistemarli prima della marcia i sedili hanno attacchi seggiolini Isofix; e per evitare che papà faccia brutta figura uscendo dal parcheggio, i poggiatesta della seconda fila sono stati ridisegnati per assicurare maggior visibilità.

Il comando elettrico degli alzacristalli prevede, a richiesta, la funzione antipizzicamento, mentre su entrambi i livelli di equipaggiamento è finalmente disponibile la plancia in PVC che consente al portalattine di avere uno scopo.

La selleria invece, è rivestita con tessuti dalle nuove fantasie per la SX e addirittura con un simil-velluto per la più "curata" ELX. Quest’ultima anche dispone di un nuovo comando per la regolazione lombare, portellone posteriore con serratura a sgancio elettrico e cristalli posteriori oscurati.

Ma la vera ciliegina sulla torta, una ciliegina optional, è il sistema infotelematico Connect. Lanciato dall’Alfa 147, associa le doti di più strumenti elettronici ed è offerto in tre diversi livelli: autoradio + telefono GSM; autoradio + navigatore satellitare a pittogrammi; autoradio + navigatore + telefono + localizzatore GPS.

Non si può infine dimenticare che per la collezione spring-summer 2002 la multispazio Fiat si vestirà con una palette di 13 colori fra cui cinque nuove esotiche tinte: Verde Indy, Giallo Pareo, Verde Artemide, Azzurro Antartide e Blu Canarie.


Pubblicato da Silvio jr. Suppa, 12/06/2002
Gallery
Logo MotorBox