Autore:
Emanuele Colombo

ARTERIE ELETTRICHE Il lancio ufficiale avverrà a Bruxelles a gennaio 2017: Enel sarà coordinatore del progetto EVA+ (Electric Vehicles Arteries), che con la collaborazione di Audi, BMW, Nissan, Renault e Volkswagen costruirà un’infrastruttura di ricarica veloce per veicoli elettrici in Italia e in Austria, lungo le principali vie di comunicazione.

200 CONTRO 20 Il progetto, finanziato al 50% dalla Commissione Europea, prevede un investimento di 4,2 milioni di euro. In tre anni, porterà all'installazione di 200 stazioni di ricarica veloce “multi-standard” (CSS Combo 2, CHAdeMO o la ricarica in c.a.) capaci di rifornire in 20 minuti due veicoli elettrici contemporaneamente. Delle 200 colonnine previste, 180 saranno installate in Italia da Enel e 20 in Austria da Smatrics, società affiliata del provider locale Verbund.

ALLEANZA STRATEGICA Il progetto EVA+ è considerato strategico per il futuro della mobilità sostenibile, agevolando l'uso dei veicoli elettrici anche al di fuori dei contesti urbani. Contribuirà al programma della Commissione Europea per l’ammodernamento dell’infrastruttura di trasporto TEN-T (Trans-European Transport Network).


TAGS: renault audi volkswagen bmw nissan auto elettriche auto ecologiche emissioni zero mobilità elettrica enel mobilità sostenibile commissione europea eva+ electric vehicles arteries stazioni di ricarica veloce colonnine di ricarica multistandard infrastrutture trasporti verbund