Cashback autostrade, da maggio 2022 rimborsi automatici con app
Pedaggi

Cashback autostrade, rimborsi automatici per tutti. Cosa cambia


Avatar di Lorenzo Centenari , il 02/05/22

2 settimane fa - Conclusa fase sperimentale, ritardi rimborsati tramite app Free to X

Conclusa la fase sperimentale, ritardi (da cantiere) rimborsati tramite app Free to X anche per gli utenti sprovvisti di Telepass

Niente più necessità di conservare ricevute, di fotografarle, di inoltrare la richiesta successivamente e manualmente. Ora il rimborso per disagi scatta in automatico, anche in assenza dell'abbonamento Telepass. Proprio l'estensione a tutti gli utenti della rete di Autostrade per l'Italia è la novità che riguarda il servizio Cashback introdotto da Aspi lo scorso autunno in via sperimentale (qui la nostra mini guida), e che dal 1° maggio 2022 raggiunge dunque la piena operatività digitale. Ricevere un mini riscarcimento per ritardi (da lavori in corso) diventa più semplice.

OPEN SOCIETY Non solo i clienti del telepedaggio, quindi. Anche per tutti gli automobilisti che al casello pagassero il ticket con carte di credito, bancomat, oppure anche in contanti, è ora è possibile ottenere il parziale rimborso del pedaggio registrandosi sull’app Free To X e inserendo dati personalitarga del veicolo. Il riconoscimento è possibile grazie all'accesso del software alla banca dati della Motorizzazione Civile: in questo modo, a tutti gli utenti registrati l’app eroga e notifica il rimborso, senza che sia più necessario inoltrare alcuna richiesta, né di caricare lo scontrino dell'avvenuto pagamento. Quella di conservare le ricevute di viaggio resta in ogni caso una prassi che Autostrade continua a consigliare: la documentazione potrebbe tornare utile in caso di eventuali anomalie della lettura della targa, oppure nel caso il viaggio prevedesse la percorrenza di tratte gestite da altre società, non ancora incluse nel programma Cashback, attivo invece sull'intera rete Aspi, circa metà del network autostradale nazionale.

VEDI ANCHE



CASHBACK SÌ, CASHBACK NO Piattaforma aperta a tutti, ma non solo. Dal 1° maggio, cala a 10 minuti di ritardo, anziché i precedenti 15 minuti, la soglia a partire dalla quale scatta in automatico il diritto del rimborso parziale, per distanze fino a 99 km. Va tuttavia anche ricordato, infine, che il cashback è previsto solo in caso di code dovute a cantieri, e non ad altri eventi come incidenti e traffico intenso.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 02/05/2022
Tags
Vedi anche
Logo MotorBox