Autore:
Giulia Fermani

BEBE' A BORDO Il 2017 si apre con nuove regole per il trasporto di bambini in auto: a cambiare è la normativa sui seggiolini per auto e, per i trasgressori, sono previste severe sanzioni. Ma niente allarmismi: non sono previsti obblighi di sostituzione dei vecchi seggiolini, che potranno essere ancora utilizzati senza rischiare di incorrere in multe più o meno salate. 

NOTE PER I PRODUTTORI La prima modifica, quella che riguarda la legge R44/04, prevede l’utilizzo dei rialzi con schienale per bambini al di sotto dei 125 cm di altezza, è in vigore da gennaio 2017.  Per la seconda parte dell’intervento, invece, che riguarda la più recente R129 (i-Size) e regolamenta installazione tramite sistema Isofix dei seggiolini auto (per bambini fino a 100 cm di altezza), bisognerà aspettare la prossima estate. Una volta in vigore vieterà la vendita dei seggiolini auto senza schienale per bambini al di sotto dei 125 cm. Produttori di seggiolini, siete avvisati!

SE NON RISPETTO LA LEGGE? Lo scopo della nuova normativa è rendere sempre più sicuri i bambini durante i viaggi in auto anche nei brevi tragitti, spesso considerati erroneamente meno pericolosi (circa il 40% degli incidenti mortali si verifica su tragitti inferiori ai 3 km). Qualora il buonsenso non dovesse bastare a garantire il rispetto delle norme di legge intervengono le sanzioni. Per tutti coloro che verranno sorpresi a trasportare bambini senza servirsi degli appositi seggiolini sono previste multe da 80 a 323 euro. In caso si incappasse in due multe nell’arco di due anni al guidatore verrà sospesa la patente (per un periodo da 15 giorni a 2 mesi). 

 

 


TAGS: bimbi in auto seggiolino auto legge auto legge bambini a bordo