Autore:
Marco Congiu

COSì CIRCOLO L'auto ibrida può essere la risposta ai blocchi del traffico e della circolazione che sempre più spesso stanno affliggendo le città e le regioni italiane. I numeri del mercato danno questo segmento in forte ascesa, pur diversificando tra le varie tipologie mild, full hybrid e plug-in. Le auto ibride ormai sono divenute immancabili anche nel portfolio dei vari costruttori, molti dei quali approfittando dell'Ecobonus hanno deciso di aumentare gli sconti alla clientela. Vediamo quelli principali in dettaglio.

TOYOTA C'è chi storicamente ha fatto dell'ibrido la propria bandiera, tanto da diventarne leader mondiale di settore. Toyota propone per la propria gamma di veicoli ibridi una scontistica interessante: per esempio, per portarsi a casa una Yaris hybrid servono 15.150 euro anziché 19.650, cioè uno sconto di 4.500 euro. La stessa cifra si applica anche sulla nuova RAV4, mentre si sale addirittura a 6.500 euro per la Prius plug-in. Il tutto, ovviamente, a fronte di un ritiro dell'usato.

LEXUS Non si tira indietro nemmeno il marchio premium di Toyota, Lexus. La casa della grande L, se possibile, gioca ancor di più al rialzo sugli sconti. Sempre ritirando l'usato disponibile, Lexus parte dai 4.000 euro di sconto offerti sulla nuovissima UX, proposta al prezzo di 33.900 euro anziché 37.900, per toccare gli 8.500 euro di sconto s ES ed IS Hybrid.

SUZUKI Chiude il trittico delle case giapponesi in vena di sconti sulle auto ibride Suzuki. L'azienda di Hamamatsu, su Baleno, Swift e Ignis, applica un price drop interessante: si parte dai 4.000 euro di bonus sulla Baleno, passando per i poco più di 3.000 euro sulla nuova Swift sino a quasi 2.000 euro sulla Ignis, vettura che sta be performando sul nostro mercato.

CHE ANNO SARÀ? Il mercato dell'auto del 2018 si è chiuso facendo registrare un -3,11% su base annua in confronto del 2017. Si parla di numeri importanti, con vendite comunque superiori al 1.900.000 unità, ma va comunque detto che il 2019 dovrà necessriamente essere un'annata positiva. Tutto starà nel vedere come il publico interpreterà i segnali lanciati dal Governo: da un lato c'è il bonus sull'acquisto di auto ecologiche, ma dall'altra parte troviamo un'ecotassa che va a penalizzare pesantemente chi acquista mezzi con emissioni superiori ai 160 g/km. Staremo a vedere. 


TAGS: ibride auto ibride