Autore:
Luca Cereda
Pubblicato il 06/04/2012 ore 17:44

VOLI PINDARICI «Amore, sono in ritardo. Salgo in macchina e volo da te». E non è per dire. Con una di queste Pal-V One si può davvero: bastano dieci minuti per trasformarla da auto in girocottero. Poi, nello spazio di 160 metri, si prende la rincorsa e si vola via, mangiando in testa a tutte la auto bloccate nel traffico. Roba che la Batmobile già schiatta di invidia.

CI CREDE Fantascienza? No, tutto vero. La Pal-V One è ancora in fase prototipale, ma fa sul serio. Promossa ai primi test aerei, attende ora il semaforo verde per la produzione, passaggio cruciale in cui tanti bei progetti di auto-volante, in passato, si sono inceppati prima di decollare. Ma qui non si scherza, nossignore: sulla One sono stati investiti circa 6 milioni di euro e la Pal-V – compagnia olandese che l’ha progettata- non intende mollare sul più bello.

CERCASI IMPIEGO Autoambulanza volante, mezzo di soccorso speciale o di pubblica sicurezza: inizialmente potrebbero essere “sociali”, i suoi impieghi, prima che la Pal-V One arrivi a mettere le ali (anzi, le pale) agli automobilisti privati. Anche perché, sarà scontato ma è bene precisarlo, potrà essere guidata soltanto da chi è in possesso di patentino per il cosiddetto “volo a vista”, mica dal primo che passa.

DR. JEKYLL Cuffie alle orecchie, caschetto, e via! Quando è “macchina” la Pal-V One è un ovoide che poggia su tre ruote, viaggia a benzina e sfrutta un sistema basculante per assecondare le curve ad alta velocità, lasciandosi guidare un po’ come una moto. Le prestazioni? Ecco quelle dichiarate oggi: 180 km/h di velocità massima, potenza di 230 cavalli, accelerazione 0-100 in 8 secondi, fino a 1200 km di autonomia e consumi sui 12 km con un litro. Ma…

MR. HIDE Il divertimento vero viene quando si sperimenta l’altra faccia della Pal-V One, quella volante. Tecnicamente la trasformazione è da triciclo in autogiro (o girocottero), ovvero un velivolo che, diversamente dall’elicottero, si muove spinto da un’elica di coda che fa da rotore, con le due pale sopra al tetto che –sempre a dispetto dell’elicottero- girano “in folle” mosse dall’aria, consentendo alla One di sostenersi in aria. In precedenza, le pale, così come l’elica, fuoriescono a comando del pilota secondo una procedura che – assicura la Pal-V – si impara nel giro di una lezione.

IN VOLO Configurata autogiro, la Pal-V One può volare per 500 km, a una velocità minima di 50 km/h e massima di 180 km/h. Per decollare necessita di almeno 160 metri di “pista”, ma quando si tratta di atterrare gliene bastano 30. E non pensiate che serva un hangar per tenersela a casa, le sue dimensioni – pale e coda ritirate- non superano i 4 metri per 1,6 e si addicono a qualsiasi normale garage. Per il 2014 la Pal-V One potrebbe divenire realtà, se supererà questa fase di pre-produzione. Nel caso ci stiate facendo un pensierino, cominciate a far ingrassare il salvadanaio: si parla di prezzi tra i 250.000 e i 300.000 euro


TAGS: pal-v one auto elicottero