Autore:
Emanuele Colombo

IL MOTIVO NON È QUELLO CHE TI ASPETTI Potrebbe sembrare uno di quei product placement nati per far pubblicità a questo o quel prodotto e invece no. Se nel prossimo film della serie James Bond, agente 007, Daniel Craig guiderà un'auto elettrica lo si deve alle insistenze del regista Cary Joji Fukunaga, convinto ambientalista, riporta il tabloid inglese The Sun.

SERIE LIMITATA Fedele alla tradizione, l'auto sarà di un marchio britannico: un'Aston Martin Rapide E, la prima auto elettrica del brand, che verrà prodotta in serie limitata a 155 esemplari. Prezzo, 250 mila sterline, pari a poco meno di 300 mila euro e consegne a fine 2019.

PER UNO 007 PIÙ VERDE Far guidare a James Bond un'auto elettrica avrebbe l'obiettivo di far apparire il personaggio più eco-friendly. Ed ecco che nel 25° capitolo della saga l'Aston Martin Rapide E “sarà al centro di un'incredibile sequenza d'azione”, riferisce una fonte anonima vicina alla produzione.

LA SCHEDA TECNICA “James Bond è famoso per guidare auto strabilianti e questa non deluderà”, prosegue la fonte. Del resto la Rapide E sviluppa 610 CV e 950 Nm, raggiunge i 250 km/h e brucia lo 0-100 km/h in circa 4 secondi. Speriamo che la consueta pletora di trucchi nascosti non abbia la meglio sulla capacità della batteria, che a differenza di quelle delle Tesla più potenti qui si ferma a 65 kWh di capacità.

HAPPY ENDING? Mistero fitto è ancora quello che avvolge il titolo del prossimo film, la cui lavorazione comincerà il prossimo aprile dopo lunghi rinvii. Internamente sarebbe stato battezzato 007 Shatterhand, ma come riportato dalla testata inglese The Guardian, quasi certamente al botteghino avrà un titolo diverso. È certo invece che, se l'inseguimento del film finirà come al solito, i pompieri avranno un bel da fare a spegnere l'incendio.


TAGS: aston martin james bond 007 film rapide e daniel craig