Autore:
Marco Congiu

MANO AL PORTAFOGLIO Di rincari, solitamente, vi parliamo a cavallo dell'anno nuovo. Questa volta faremo un'eccezione: il biglietto ATM di Milano costerà 2 euro a partire da marzo 2019. Ben 50 centesimi di rincaro in una volta sola. Milano sarà, quindi, la città italiana con il costo più elevato per il biglietto ordinario del trasporto urbano.

RISCHIO ABBONATI «Stiamo lavorando per non penalizzare gli abbonati. Vogliamo tutelare le categorie più deboli. Ora vedremo se saranno possibili sconti e sgravi fiscali per determinate fasce d'utenza.» commenta l'assessore Granelli. Nella maggioranza guidata dal sindaco Sala si avertono alcune crepe, anche perché l'aumento di 50 centesimi del biglietto ATM seguirà di poco l'introduzione dell'Area B.

BARRICATE Il Codacons alza la voce e le barricate. «Non penalizzare. Questa la parola usata dall’Assessore Granelli per descrivere l'aumento del costo del biglietto. A noi pare invece del tutto ingiustificabile pensare di aumentare ancora il costo dei biglietti, facendo diventare Milano una delle città più care d'Europa per il trasporto pubblico. Dove sono finite le promesse fatte in campagna elettorale sui mezzi pubblici gratis e le tutele alle fasce deboli della popolazione? Sparite. Presenteremo subito un esposto in Corte dei Conti.» si legge in una nota diffusa dal Codacons.

 


TAGS: milano trasporti pubblici atm