Pubblicato il 15/04/20

CORONAVIRUS: LA MAPPA DI MOBILITÀ PER GLI SPOSTAMENTI

Ci aspettavamo un'app, ma è qualcosa di più. Si chiama City Analytics ed è stata realizzata da Enel X e Here Technologies. Le due aziende hanno lanciato, per far fronte all'emergenza COVID-19, una mappa di mobilità. La sua funzione è quella di stimare la variazione degli spostamenti e dei chilometri percorsi dai cittadini sul territorio nazionale, regionale, provinciale e comunale. Quindi siamo tutti spiati? Non esattamente.

COME FUNZIONA CITY ANALYTICS

Il servizio fornisce una mappatura dei macro flussi di mobilità, basandosi sull'analisi dei dati anonimizzati e aggregati, provenienti da veicoli connessi, mappe e sistemi di navigazione, elaborati in correlazione con location data provenienti da applicazioni mobile e open data della Pubblica amministrazione. Insomma, i nostri device (siano essi tablet, smartphone o pc) comunicano tutta una serie di informazioni attraverso l'uso di servizi di mappe e geolocalizzazione: City Analytics li mette insieme, creando questi dati. In parole povere: non si sa se il signor Rossi si è mosso, ma semplicemente che una serie di non meglio precisati signori in quel dato giorno e a quella data ora hanno fatto parte di un flusso in una data direzione. Attraverso l'elaborazione dei dati si ha come risultato l'individuazione di alcuni indicatori chiave come la variazione percentuale giornaliera (rispetto ad una media ponderata di gennaio 2020) del numero di spostamenti sul territorio. Potete consultare qui la mappa della mobilità.

City Analytics

PER GLI ENTI PUBBLICI ULTERIORI FUNZIONI

La mappa della mobilità è disponibile per tutti, ma agli Enti pubblici è offerta la possibilità, registrandosi al portale YoUrban, di accedere anche alla vista aggregata dei flussi settimanali di spostamento tra province, regioni e principali città. Un panorama, quindi, della situazione regionale, provinciale e comunale o la vista giornaliera percentuale, con evidenza delle aree attraversate in entrata e uscita per comune, provincia o regione. I dati possono essere consultati gratuitamente fino al 31 maggio 2020 dalle Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, dagli Enti interessati e della Protezione Civile e possono essere utili al fine di comprendere gli impatti delle misure di contenimento del COVID-19, identificando le aree che necessitano di maggior supporto nell'attuazione di tali misure e, una volta che la pandemia sarà finita, analizzare il graduale ritorno alla normalità.

MAGGIOR SICUREZZA O LIMITE ALLA LIBERTÀ?

Il confine, si sa, è labile. Non appena si è sentito parlare di app per gli spostamenti è subito intervenuto anche il Garante della Privacy, perché la raccolta dei dati ai fini della salute va bene, ma il nostro signor Rossi - ad essere monitorato 24 ore su 24, 7 giorni su 7 - potrebbe vedere minata la sua libertà. City Analytics analizza e aggrega i dati di tutti gli utenti, allo scopo di individuare flussi di movimento, e non il singolo che si muove da casa per andare a far la spesa. Certo è che, se è possibile aggregare, forse lo sarebbe anche disgregare, risalendo esattamente al signor Rossi e al suo spostamento da casa al centro commerciale. E in quel caso il discorso si complicherebbe. Insomma, senza creare inutili allarmismi, ben venga oggi un'importante strumento per combattere il Coronavirus. Qualche punto di domanda, casomai, sul domani, quando sarà certamente materia di interesse per il Garante della Privacy.


TAGS: mobilita Coronavirus spostamenti