Pubblicato il 09/04/20

CHE COINCIDENZA Quando descrivi il logo di una Casa auto che ha uno scudo giallo con un cavallo rampante in sovraimpressione, immediatamente il tuo interlocutore penserà al logo Ferrari, è ovvio. Pochissimi penseranno invece al logo di una piccola Casa tedesca della quale probabilmente non hai mai sentito parlare, ma i cui prodotti hai probabilmente visto chissà quante volte. Si chiama Steinwinter, ha sede a Stoccarda, e in passato costruì modelli abbastanza diversi rispetto a Ferrari. Ma che comunque, sapevano di auto italiana.

Steinwinter 250 (Fiat 500) e Steinwinter 250L (Fiat 126)

FIAT IN SALSA DEUTSCHE Tra il 1969 e il 1987, la Steinwinter (tra numerose altre vetture) produsse infatti su licenza Fiat anche esemplari di 500 e 126 con motori a due e quattro tempi da 250 cc presi in prestito dalle vecchie Goggomobil. Sotto l'egida Steinwinter, Fiat 500 e Fiat 126 vennero ribattezzate rispettivamente 250250L. Ferrari non si è mai preoccupata della somiglianza con il proprio leggendario simbolo. Forse, nel timore che Steinwinter rivelasse - del celebre Cavallino Rampante - una verità scomoda...


TAGS: ferrari cavallino rampante cavallino ferrari steinwinter