News

Toyota Avensis my 2003


Avatar di Mario Cornicchia , il 13/11/02

18 anni fa -

Tecnologica, costruita pensando all'ambiente e con l'occhio attento alla qualità. Un occhio anche al design, quello degli altri. In arrivo il prossimo aprile, in tre versioni e tre motori.

ALLORI In Toyota non dormono sugli allori. La rapidità con cui sostituiscono i propri modelli con altri tutti nuovi non ha eguali. Non si riciccia nulla. Nella linea, la nuova Avensis non ha niente in comune con l’attuale: riprende lo stile inaugurato da Yaris e poi seguito dalla Corolla.

TUTTA NUOVA, MA... Il frontale ricorda la grande calandra della Volkswagen Passat, con qualche influenza nei fari della Opel Vectra. La wagon ricorda invece nelle proporzioni dei vetri e nella linea del tetto la Rover 75 Tourer. La 5 porte, quella con la coda più filante e che non ricorda nessun’altra auto, non verrà importata in Italia.

SPAZIO Un’auto importante, grande (463x176cm la 4 porte, 470x176 la wagon), spaziosa all’interno e con grandi bagagliai, che rispetto all’attuale Avensis deborda nel segmento superiore. Un mix comunque piacevole, con grandi nervature anteriori che incorniciano la calandra fino a estendersi sul cofano: uno dei numerosi elementi che infondono una sensazione di solidità e di importanza a chi guarda la Avensis.

CI VUOLE ORECCHIO Solidità che si percepisce anche al tatto e alla vista delle lamiere, della verniciatura, degli assemblaggi… Dalla Avensis è lecito aspettarsi comfort e affidabilità. Come, per esempio, la moquette nei passaruota. Sì, proprio moquette, speciale ovviamente, montata nei passaruota per evitare che il brecciolino disturbi i timpani di chi viaggia a bordo di Avensis. Timpani peraltro ben coccolati dall’impianto HI-Fi dal suono eccezionalmente limpido e potente fornito di serie.

LEXUS DOCET Sulla qualità l’attenzione è maniacale. L’esperienza Lexus non è acqua. La si percepisce toccando i materiali utilizzati per l’abitacolo, facendo le pulci alle tolleranze nei montaggi, vedendo l’ottima strumentazione optoelettronica. Qualità che significa anche tecnologia. Per il rispetto dell’ambiente, con motori Euro IV, e per la sicurezza, con 9 airbag, di cui uno per le ginocchia del pilota e con sensori nel sedile di guida che regolano l’apertura dell’airbag in funzione della posizione del pilota sul sedile.

NIENTE ZOLFO I motori disponibili saranno tre a benzina: 1.6 (110CV/81kW), 1.8 (129CV/95kW) e 2.0 a iniezione diretta (147CV/85kW), e duemila D-4D da 116CV/85kW. Purtroppo, fino a quando non sarà disponibile in Italia il gasolio senza zolfo, non sarà importato il diesel D-cat, un motore a gasolio, assicurano i tecnici Toyota, in grado di lasciare bianco un fazzoletto appoggiato sullo scarico.

LA  VOCE DEL PADRONE Avensis si preoccupa anche dell’economia di esercizio, con tagliandi ogni 30.000 chilometri, cambio olio ogni 15.000 chilometri e ridotti costi di riparazione in caso di incidente. Le manca la parola, ma capisce comunque la voce del padrone, ubbidendo ai suoi ordini impartiti a voce. La lotta con i modelli di riferimento inizia ad aprile e si farà sul prezzo: sui contenuti la Avensis darà fastidio a molti.


Pubblicato da M.A. Corniche, 13/11/2002
Gallery
Logo MotorBox