Pubblicato il 29/04/21

DUE DIVERSE ANIME La domanda non è banale, e la sfida quasi impossibile: si possono fondere in un unico veicolo le due anime di Suzuki, quella più pratica e funzionale della divisione a quattro ruote, e quella più sportiva e ad alte prestazioni della divisione motociclistica? La risposta è sì, e prende il nome di Suzuki Misano. Il concept rappresenta il risultato del progetto di tesi di ventiquattro giovani designer dell’Istituto Europeo di Design, al termine del loro Master in Transportation Design.

Suzuki Misano: visuale frontale

ITALIA E GIAPPONE INSIEME Un’auto capace di fondere la filosofia del design automobilistico tipicamente giapponese con una progettazione fatta di passione e stile, come nella migliore tradizione italiana. Del resto, il brief di Suzuki era proprio “La Dolce Vita X Way of Life”, che da un lato rimanda al claim ufficiale della casa giapponese, dall’altro richiama l’immortale capolavoro di Fellini, divenuto ormai sinonimo di eleganza e buon gusto

Suzuki Misano: la pinna posteriore

4 METRI DI ELEGANZA SPORTIVA La risposta dei designer dello IED colpisce nel segno, fin dal nome dell’auto: Misano è una parola indissolubilmente legata alla cultura motoristica italiana, e che al tempo stesso possiede un suono vagamente nipponico. La concept car misura 4 metri secchi, è larga 175 cm e alta un metro, con un passo di 260 cm. La carrozzeria è a barchetta, con linee estremamente pulite, dolci e proporzionate: all’anteriore i gruppi ottici si sviluppano in verticale, disegnando una S con i LED, interrotta solo da un profilo che attraversa il cofano e svolge anche funzione aerodinamica.

Suzuki Misano: visuale laterale

ASIMMETRICA Ampie le bocche d’aria laterali che convogliano l’aria verso il posteriore dell’auto, dove spiccano i gruppi ottici orizzontali inseriti negli sfoghi dell’aria. Nella parte bassa, sotto la scritta IED, l’enorme diffusore dell’aria con una luce di stop trapezoidale al centro. Originale e asimmetrica la configurazione dei due posti a sedere, uno dietro l’altro, in tandem; disassata anche la pinna aerodinamica posteriore che incorpora poggiatesta, rollbar e luce di stop. Sul lato destro, sia per questioni di spazio che di bilanciamento complessivo, trovano spazio le batterie e un piccolo bagagliaio

FATTA PER UN CENTAURO Minimalista il posto di guida, dove si ritrova l’anima motociclistica di Suzuki: il volto del pilota è protetto solo da un minuscolo cupolino (non c’è capote), e il volante è stato sostituito da una cloche che ricorda il manubrio di una moto.

Suzuki Misano: i designer dello IED che hanno realizzato il prototipo

GLI STUDENTI Suzuki Misano è stata progettata dagli studenti del Master in Transportation Design IED Torino, anno accademico 2019/20: Stefano Bizzo (Italia), Karan Chowdhury (India), Michele Coen Pirani (Italia), Shreyas Pratap Dalvi (India), Chetan Rajkumar Dekate (India), Emir Demircioglu (Turchia), Thomas Daniel Faragalla (Francia), Jonathan Farah (Libano), Leonardo Ferraro (Italia), Vigneshwar Ganesh (India), Shachar Koren (Israele), Alejandro Llisterri Vicente (Spagna), Bhavjyot Singh Mann (India), Luca Milesi (Italia), Sebastiano Miraka (Albania), Rushabh Mistry (India), Ram Kaushik Ragala (India), Linda Ravella (Italia), Aldo Rosario Russo (Italia), Massimo Salpietro (Italia), George Schelfaut (Belgio), Shubham Sen (India), Nicolò Vallauri (Italia), Pratyush Sanjay Wasule (India). Coordinatore del master: Michele Albera. Coordinatore del progetto di tesi: James Hope. Sponsor tecnici: Pirelli, OZ Racing. 

Suzuki Misano: visuale di 3/4 posteriore

LE DICHIARAZIONIMisano è il risultato del lavoro di squadra dei nostri studenti che, da tutto il mondo, hanno scelto Torino per prepararsi al loro futuro professionale”, ha dichiarato Paola Zini, Direttore IED Torino. “Trovano in IED il contesto fertile e internazionale che permette di acquisire nuove competenze, sviluppare provocazioni progettuali e sperimentare con la propria creatività e lo sguardo proiettato al futuro del settore. Il confronto e la collaborazione con aziende caratterizza i due anni del percorso formativo, che culmina con la progettazione di un modello in scala 1:1 secondo le dinamiche di un centro stile, preparando gli studenti a essere professionisti pronti ad affrontare le sfide del mercato”.

Grazie alla collaborazione tra IED e il brand Suzuki è stato creato un concept vehicle che guarda alle due anime della produzione Suzuki, compact car e moto”, ha dichiarato Kimihiko Nakada, Direttore Suzuki Design Center. “Una tesi nata dalla passione dei giovani studenti e sviluppata come un progetto di un vero centro stile per offrire una nuova esperienza alla prossima generazione”.

Suzuki Misano: la fiancata posteriore

DOVE AMMIRARLA La bellissima Suzuki Misano sarà esposta al MAUTO - Museo Nazionale dell’Automobile di Torino, dal prossimo 15 maggio fino a domenica 6 giugno 2021. Per informazioni su orari e modalità di accesso consultate il sito ufficiale alla pagina www.museoauto.com.


TAGS: suzuki video concept prototipo bev ied Suzuki Misano X Way of Life istituto europeo design sportiva elettrica