Autore:
La Redazione

PAGANI IMOLA  Lo scorso fine settimana l'Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola ha ospitato i festeggiamenti per i primi cinque anni di vita del Supercar Owners Circle, e tra classici di oggi e di ieri, le belle macchine sono state le protagoniste assolute della manifestazione. Per la gioia dei presenti, a sorpresa è stato svelato il primo (di cinque) esemplare della Pagani Huayra Imola, prodotta proprio per rendere omaggio a uno dei tracciati più importanti e iconici delle corse automobilistiche e sul quale fino al 2006 si è corso il Mondiale di Formula 1.

PRESENTATA IN GRAN SEGRETO La Pagani Huayra Imola sarebbe stata in realtà presentata già lo scorso 29 luglio, senza alcuna comunicazione ufficiale da parte dell'azienda modenese: le immagini che trovate in questa pagina sono tratte dai profili Facebook e Instagram di TopCar, azienda russa che si occupa di personalizzazioni estreme. A togliere i veli della supercar nel video qui sotto sono Oleg Egorov, titolare dell'azienda, in compagnia di Horacio Pagani.

COM’ È Dall'esterno, la macchina appare ancora più vistosa ed estrema della Huayra BC, la versione da pista della supercar presentata al salone di Ginevra del 2016, con un uso massiccio della fibra di carbonio a vista, nuove prese d'aria e minigonne più ampie, un imponente estrattore posteriore e una serie di dettagli evidenziati in arancione brillante, che mettono ancor più in mostra le tante - troppe? - modifiche estetiche. Inediti anche i cerchi in lega a sette razze. Il logo sotto il fanale posteriore destro rappresenta il tracciato di Imola e riporta la dicitura 1 di 5, il numero di esemplari in cui con ogni probabilità verrà prodotta questa edizione speciale limitata.

UNO SGUARDO AGLI INTERNI Sui poggiatesta dei sedili della Huayra Imola è ricamato il tracciato della pista emiliana, mentre sui  pellami che ricoprono gli interni si possono intravedere alcuni bozzetti che rendono omaggio a Leonardo da Vinci, personaggio molto caro a Horacio Pagani e della cui morte, quest'anno, ricorrono i cinquecento anni: dall'Uomo vitruviano alla Gioconda.  

Pagani Huayra Imola: gli interniMOTORE  E PRESTAZIONI Per quanto riguarda le performance, non abbiamo informazioni ufficiali da parte di Pagani e non sappiamo se e come il V12 da 6 litri di derivazione Mercedes della Huayra sia stato - e quanto - oggetto di modifiche e potenziamenti. In particolare non è ancora trapelato se sotto il cofano ci saranno di più o di meno dei 789 CV della BC Roadster, la Huayra più potente mai prodotta finora. Rimane confermato uno dei tratti distintivi della hypercar di San Cesario sul Panaro, ossia l'aerodinamica attiva garantita dai quattro flap indipendenti (due anteriori e due posteriori), che modificano in tempo reale l'assetto aerodinamico della vettura sulla base dei parametri rilevati dai sistemi di bordo.

SOLO PER POCHI La produzione in soli cinque esemplari ci rende abbastanza sicuri del fatto che saranno già stati tutti venduti a qualche ricco, ricchissimo collezionista, che la custodirà gelosamente all'interno del suo garage, snaturandone inevitabilmente la vocazione corsaiola: la versione "base" dell'hypercar modenese ha un prezzo che supera abbondantemente il milione e duecentomila euro, mentre quella dedicata a Benny Caiola, da cui ha preso le iniziali, veleggia abbondantemente sopra i due milioni, fino a sfiorare i quattro per la versione Roadster. Insomma, anche se dovesse venirvi voglia di acquistarne una, difficilmente riuscirete a trovarla usata.


TAGS: Pagani pagani huayra imola pagani imola