Autore:
Marco Rocca
MAQUILLAGE Dopo tre anni sulla breccia e oltre 60.000 unità vendute, per Hyundai Ioniq Hybrid, Plug-in Hybrid ed Electric giunge nel 2019 il tempo del restyling. Quindi aguzziamo la vista, e iniziamo a vedere dove e come è cambiata. Prima di tutto: versioni ibride in vendita da luglio, nuova Ioniq Electric da settembre 2019.

RITOCCHINI Cominciamo dal frontale: sulle varianti ibride, la mascherina migra dai listelli in nero lucido a una maglia cromata, con tanto di cornice lucida in bella vista. Quanto a Ioniq Electric, la caratteristica griglia "chiusa" adotta ora nuove finiture. Nuovi sono anche i fari e i Led per le luci diurne con doppia striscia di luci. Al posteriore il discorso è molto simile: paraurti ridisegnato dal taglio più moderno e fanaleria full Led. Arrivano anche quattro nuovi colori per la carrozzeria che rispondono alle sigle Fluidic Metal, Electric Shadow, Liquid Sand e Typhoon Silver.
 
CHE DISPLAY!!! Buone nuove anche in abitacolo, dove la novità più grossa è rappresentata dalla plancia dominata dal grande display da ben 10,25 pollici (una prima per Hyundai), interfaccia che tra le altre funzioni include riconoscimento vocale, connessione Android Auto ed Apple CarPlay, infine il pacchetto Hyundai Live Services. Ultramoderni sono i comandi a sfioramento del climatizzatore: si riempiranno di ditate, ma l'impatto hi-tech è assicurato.  
 
SICUREZZA Tutte le versioni della nuova Huydai Ioniq 2020 disporranno del pacchetto SmartSense: frenata automatica d'emergenza e assistente al mantenimento della corsia sono di serie. Debutta inoltre il Driver Attention Alert che avvisa a mezzo di un cicalino e di una spia se  chi è al volante distoglie per troppo tempo gli occhi dalla strada.  
 
RIGENERA IN FRENATA E' stata migliorata la frenata rigenerativa intelligente che consente, attraverso l'utilizzo di un solo pedale (quello dell'acceleratore), di frenare in fase di rilascio (funzione "one pedal"). In più la vettura è in grado di ricoscere automaticamente le zone "green" o pedonali e di passare automaticamente alla modalità elettrica. Aumentano le modalità di guida: grazie al tasto Utility è possibile accedere a diverse funzioni di bordo anche a motore spento. 
 
UNA E TRINA Nuove Ioniq Hybrid e Ioniq Plug-in adottano ancora il 1.6 benzina a iniezione diretta da 105 cv, tuttavia la prima associa al propulsore a combustione interna un motore elettrico da 43,5 cv, funzionante anche in solitaria fino a 120 km/h, mentre Hyundai Ioniq PHEV si avvale di un’unità da 60,5 cv e di una batteria agli ioni di litio dalla capacità di 8,9 kWh: autonomia in EV fino a 52 km teorici. Infine, la versione full electric: accumulatori da 38,3 kWh (+36% di capacità energetica) assicurano ora una percorrenza di quasi 300 km. Tempi di ricarica abbreviati: 6 ore da presa domestica, un’ora da colonnina fast charge da 50 o 100 kW.

TAGS: hyundai hyundai ioniq nuova ioniq 2020