Pubblicato il 19/03/20

KIT CAR Il colore rosso della carrozzeria non vi tragga in inganno: quella che vedete in copertina non è un'elaborazione del futuro SUV Ferrari Purosangue. Si tratta di una proposta della Scuderia Cameron Glickenhaus: un costruttore che da noi è quasi sconosciuto, ma che negli ultimi anni ha sfornato alcune delle auto ad altissime prestazioni più interessanti e specializzate, perché vicinissime alle auto da corsa vere e proprie. L'ultima idea? Un'auto in scatola di montaggio, che possiate costruire in garage per prendere parte alle gare di durata in pista, sullo stile della 24 Ore del Nurburgring, o a quelle in fuoristrada come la Baja 1000.

SOLIDA ESPERIENZA Le due competizioni che citiamo non sono scelte a caso. La Scuderia Cameron Glickenhaus le ha infatti corse davvero, collezionando diversi primi posti di classe: anche alla Baja 2019, che la ben più famosa e quotata Ford Bronco R Race non è riuscita a terminare. “Individuiamo le gare più impegnative del mondo e progettiamo veicoli per competervi. Poi realizziamo le rispettive versioni che possono essere omologate per l'uso stradale”, è il motto e lo scopo dell'azienda.

Il post su Facebook di Jim Glickenhaus

UN PROGETTO SOCIAL La foto che pubblichiamo è una sorta di focus group in chiave social. Infatti James Glickenhaus, patron del team, l'ha pubblicata su Facebook, accompagnandola con il seguente messaggio: “Questo potrebbe essere un modo per portare SCG a più persone, attraverso un kit per costruirsi l'auto da soli a un costo più basso. Sarebbe un veicolo semplice, molto più vicino a una dune buggy che a una 004 [un'auto da pista targabile, n.d.r.] o una Boot [il prototipo che ha corso la Baja 1000], ma sarebbe cool e divertente e permetterebbe agli amanti delle auto modificate e ai meccanici della domenica di prendere parte a ciò che facciamo. Personalmente preferirei costruire una di queste piuttosto che una Cobra in kit. Che ne pensate? Che cosa c'è di più sfidante che costruire un'auto per la 24 Ore del Nurburgring o la Baja 1000?”.

FA I TEST IN ITALIA James Glickenhaus, dopotutto, è un personaggio molto particolare. Nato a New York, classe 1950, è ricco di famiglia, grazie alla compagnia Glickenhaus & Co fondata da suo padre, che fornisce consulenze sugli investimento e servizi di brokeraggio. E con le spalle ben coperte ha potuto mettere a frutto talenti che lo qualificano certamente come un eclettico. Prima di fondare la Scuderia Cameron Glickenhaus, Jim ha scritto, diretto e prodotto - persino interpretato come attore - diversi film tra gli anni 80 e 90. E naturalmente è un importante collezionista di auto: nella sua raccolta figura persino il prototipo Ferrari 512 S Modulo by Pininfarina. Insomma la cultura automobilistica non gli manca. Jim si vede spesso in Italia, circa un mese fa era impegnato a collaudare la sua nuova SCG 004 C sulla pista di San Martino del Lago, nei pressi di Cremona. Lo avete mancato per un pelo...


TAGS: dune buggy scuderia cameron glickenhaus scg