Autore:
Luca Cereda

IL FUTURO CHE AVANZA Dall'ibridazione se ne salveranno poche. E tra queste, ormai è quasi certo, non ci sarà la Ford Mustang, anch'essa pronta ad accettare l'aiuto dell'elettrico oltre che a convertirsi alla trazione integrale, sacrificando parte del proprio fascino ruspante e old school sull'altare delle prestazioni e del progresso.

DISEGNO TECNICO La notizia non è nuova in senso stretto: ne avevamo già parlato qui. Si aggiungono però dei dettagli succosi ora che, come segnalato dal sito Autoguide.com, spunta il brevetto di un motore V8 ibrido, in predicato di finire proprio sotto il cofano della futura Mustang Hybrid. Un file che Ford avrebbe depositato addirittura nel luglio del 2017, ma che l'ufficio brevetti statunitense avrebbe reso pubblico appena in questa settimana.

AWD Si tratterebbe, nella fattispecie, di un otto cilindri coadiuvato non da uno ma ben due motori elettrici montati ai lati. I due si occuperebbero di muovere l'asse anteriore, con il termico che invece invia potenza all'asse posteriore. Il che farebbe della Mustang ibrida anche la prima Mustang integrale.

IN BUONA COMPAGNIA Nel brevetto si parla semplicemente di “sistema a due motori” destinato a un'auto ibrida, senza espressamente fare riferimento alla “pony”. Lo stesso powertrain, infatti, potrebbe essere destinato al Raptor. Altre icone americane, come la Challenger e la Crovette, prossimamente cederanno alla tentazione dell'elettrico, sempre più protagonista anche tra le auto sportive, per aumentarne potenza e accelerazione. Quanto alla Mustang ibrida, che potrebbe avere più di una variante, il debutto su strada è atteso nel 2020.   


TAGS: ford ford mustang hybrid