Autore:
Marco Congiu

HOMAGE Gli Squadroni Eagle erano un particolare corpo della Royal Air Force impegnato nella Seconda Guerra Mondiale. Composto da soli piloti statunitensi impegnati nei cieli d'Inghilterra prima dell'attacco di Pearl Harbour del 7 dicembre 1941, questo manipolo di uomini è passato alla storia venendo ricordato in diverse pellicole di Hollywood. Anche Ford ha deciso di rendere loro omaggio, così a Goodwood la casa dell'Ovale Blu ha tolto i veli alla Eagle Squadron Mustang GT.

SPECIALE Esteticamente la Eagle Squadron Mustang GT si presenta decisamente più cattiva rispetto alla Mustang di serie. Sviluppata in collaborazione con Vaughn Gittin, pilota di Rallycross e di Drifting, questa supercar si fa forte di una colorazione unica che richiama gli Spitfire della Squadriglia Eagle, oltre ad avere un wide body kit completamente in fibra di carbonio che ne migliora la presenza scenica. Spettacolari i profili retroilluminati, che fanno assumere all'auto l'aspetto di un vero caccia da combattimento.

MOTORE DA URLO Sotto il cofano della Ford Eagle Squadron Mustang GT non troviamo il celeberrimo Rolls-Royce Merlin Mk 45 da oltre 1.400 CV dello Spitfire, ma un'unità altrettanto valida: un V8 da 5.0 litri passato sotto le amorevoli cure di Ford Performance, che ne hanno fatto salire la potenza alla cifra di 700 CV e 827 Nm di coppia, indirizzati alle ruote posteriori grazie al cambio manuale a 6 marce. Quest'unico esemplare presentato a Goodwood in occasione del Festival of Speed 2018 finirà all'asta entro fine mese.  


TAGS: ford mustang ford mustang ford mustang eagle squadron gt