Chevrolet Bolt Cruise AV, foto spia dell'elettrica GM a guida autonoma
Guida autonoma

Chevrolet Bolt Cruise AV, il tester gioca con il cellulare?


Avatar di Lorenzo Centenari , il 17/10/18

2 anni fa - Le foto spia di un muletto della self driving car di GM. E a bordo...

Le foto spia di un muletto della self driving car di General Motors. Non passa inosservato l'insolito comportamento del "driver"

GUARDA DOVE VAI, ANZI NO In previsione di un futuro a guida autonoma, circolano su spinta degli stessi Costruttori immagini al computer di automobilisti che anziché stringere tra le mani la corona del volante, si rilassano leggendo un libro, conversano sereni con il passeggero a fianco, scrivono messaggi con il cellulare. O gli scatti che vi proponiamo appartengono al filone delle pubblicità progresso, o il tester incaricato di sorvegliare il comportamento del muletto di Chevrolet Bolt Cruise AV è momentaneamente in altre faccende affaccendato. Delle due, l'una. Ma la curiosità è più che legittima.

VEDI ANCHE



SIMULAZIONE O DISTRAZIONE? Le immagini non lasciano adito ad equivoci: al posto guida siede una persona intenta ad armeggiare a due mani con il proprio smartphone, per di più col capo inclinato in direzione del display, e non rivolto sulla strada. Non possiamo tuttavia sbilanciarci circa l'intenzionalità o meno di un comportamento il quale, se nel caso di vettura tradizionale sarebbe condannabile, nel contesto specifico potrebbe anche assumere un significato differente. In altri termini: che il driver stia volontariamente simulando un episodio di distrazione, e stia mettendo alla prova le proprietà di self driving della Chevy Bolt a sua disposizione? Oppure, che stia registrando un video live da inoltrare al proprio team? Certi della sua buona fede, non possiamo però fare a meno di dissotterrare gli spettri del caso robotaxi Uber...

AMPUTAZIONE MANI E PIEDI Nessun dubbio, invece, che l'auto spiata negli Usa sia proprio un muletto di Bolt trattata da Cruise Automation, società in orbita General Motors specializzata in tecnologie di guida autonoma. Non solo il conducente si disinteressa del volante, ma anche il tettuccio ospita 4 antennine che si presume svolgano una precisa funzione di localizzazione GPS e mappatura della zona circostante. Sappiamo inoltre che i primi esemplari di serie di Chevy Bolt Cruise AV, in programma per il 2019, saranno del tutto privi di comandi attivi: niente volante, niente pedaliera. A quel punto, giocare con il cellulare non sarà più reato.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 17/10/2018
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox