Pubblicato il 02/01/2019 ore 12:10

ALZERÀ L'ASTICELLA “Se sei un ingegnere, una volta nella vita, vuoi costruire una supersportiva. Penso che l'elettrificazione parziale lo permetterà”: a parlare è Klaus Fröhlich, responsabile dello sviluppo prodotto BMW. Secondo la testata inglese Autocar, queste parole intendono suggerire l'arrivo di una supercar che, da Monaco, lancerà il guanto di sfida alla Honda NSX, alle future Ferrari elettrificate e alle sportive tradizionali come la McLaren 570S.

FUORI DAGLI SCHEMI Oggi il simbolo di sportività e tecnologia della casa dell'elica è la BMW i8, un'auto ibrida difficile da collocare nel mercato per il suo mix di caratteristiche pressoché uniche. Pare che a Monaco non abbiano intenzione di darle un'erede diretta, ma piuttosto puntare su un modello più potente, più caro e più vicino alle GT tradizionali, da porre in vetta alla gamma M.

PLUG IN HYBRID La nuova supercar tedesca potrebbe avere una scocca imparentata con quella dell'attuale i8 e una motorizzazione ibrida plug-in (PHEV), ma con motori elettrici e un motore a benzina molto più potenti degli attuali. Dal tre cilindri di 1,5 litri si dovrebbe passare a un V6. L'ipotesi è che la potenza complessiva supererà i 700 CV: un bel salto rispetto ai 374 CV attuali.

RIPRESA FULMINEA In capo a pochi anni, i motori elettrici per i modelli plug-in hybrid di BMW avranno più di 200 CV e 500 Nm di coppia, dice Fröhlich: “Installati in un'auto, possono dare in millesimi di secondo la spinta che prima produceva un motore V8, per offrire emozioni davvero sportive che rispecchiano perfettamente i valori del brand M”.

QUANTO POTREBBE COSTARE Volendo competere nel mercato delle supercar, la nuova BMW dovrebbe superare di slancio il prezzo della i8, passando dai circa 150.000 euro attuali a oltre 200.000 euro. La produzione sarebbe limitata per favorirne l'esclusività e mantenerne alto il valore nel tempo. Come si chiamerà? La scommessa è aperta...


TAGS: ferrari supercar mclaren bmw i8