Autore:
Emanuele Colombo

LO STOP A INIZIO 2020 A luglio si interromperà la produzione nello stabilimento inglese di Sunderland e nel 2020 il marchio sparirà dal mercato europeo: parliamo di Infiniti, brand di lusso di Nissan lanciato nel 2008, noto da noi soprattutto per la compatta Infiniti Q30 e il suo omologo crossover Infiniti QX30, ma anche famosa per aver dato la luce alla prima auto con lo sterzo drive-by-wire, la berlina sportiva Q50.

COLPA DEL BLOCCO DEI DIESEL Come mai l'addio? Nonostante l'elevata qualità dei suoi modelli, con soli 60 mila clienti in tutta Europa, Infiniti non venderebbe abbastanza auto nel vecchio continente da giustificare gli investimenti necessari per adeguarsi alle emissioni di CO2 di 95 g/km in vigore dal prossimo anno, avrebbe comunicato alla stampa inglese un portavoce della compagnia. Un effetto collaterale della sempre più diffusa messa al bando dei motori diesel.

E CHI HA GIÀ UNA INFINITI? Il piano di ristrutturazione prevede di focalizzare gli impegni sui mercati nordamericano e cinese, dove Infiniti proporra dal 2021 una gamma completamente elettrificata. “Le attività di vendita di Infiniti”, si legge nel comunicato ufficiale, “resteranno operative finché non sarà messo in atto un piano di transizione specifico, relativo ai servizi post-vendita, tra cui assistenza alla clientela, manutenzione dei veicoli e riparazione dei modelli in garanzia”. Per maggiori informazioni, i clienti sono invitati a contattare il proprio centro assistenza Infiniti o a visitare la sezione apposita nel sito web http://www.infiniti.eu/.


TAGS: italia nissan europa infiniti mercato