Autore:
Roberto Tagliabue

L’impiego di robot per compiere test con le automobili sta dilagando. Per la prima volta con Ford questa sofisticata tecnologia approda al mondo dei veicoli commerciali. La futura linea di furgoni Ford Transit è sotto torchio per verificarne l’affidabilità e la durata presso il “Michigan Proving Grounds” . Per compiere il maggior numero di test nella stessa unità di tempo, test molto rigorosi e sempre uguali, i robot sono meglio di qualsiasi collaudatore. Inoltre ai robot si può chiedere molto di più anche in termini di sicurezza, senza mettere a repentaglio la salute e la sicurezza dei collaudatori. Se osservate la sequenza di scossoni a cui i furgoni sono sottoposti, capirete quanto questi potrebbero non risultare sani per la schiena dei collaudatori "umani", mentre per il robot, non ci sono problemi.

Ford sta utilizzando la tecnologia messa a punto dalla “Autonomous Solutions” dello Utah, che permette di programmare lunghe sequenze di comandi, con l’impiego, da parte del robot, di sterzo, freni e acceleratore. La posizione del veicolo è costantemente monitorata via GPS, mente, attravaerso l'uso di diverse fotocamere, dalla control room i tecnici verificano ogni movimento della vettura.

GUARDA IL VIDEO


TAGS: ford tecnologia punto sta test permette comandi robot durata transit impiego compiere utah solutions programmare sequenze lunghe autonomous collaudatori salute