Autore:
Emanuele Colombo

GUARDA, GALLEGGIA! Non ha Facebook né Twitter e la fotocamera è da soli 0,3 Mpixel, ma se il cellulare dovesse caderti in mare vorresti che fosse un Crosscall Shark-V2: il primo telefonino impermeabile e galleggiante.

OLD BUT GOLD A vederlo sembra un modello degli anni Novanta, con un display da 2,2 pollici e misure da Nokia d'antan (13 x 6,2 x 1,8 centimetri) e infatti lo Shark-V2 nasce per superare la proverbiale robustezza di quei modelli mitici.

UN VERO DURO È certificato IP68, quindi resiste immerso nell'acqua per mezz'ora fino a un metro di profondità, e la sua... carrozzeria è anti urto. Nel caso la memoria interna di 64 MB non basti, accetta schedine Micro SD da 8 GB (costano circa 3,5 euro).

NON TI PIANTA IN ASSO Come i modelli di una volta ha un'autonomia niente male: fino a 8 giorni in attesa e fino a quattro ore e mezza in conversazione. Per contro ha funzioni ridotte all'osso: non va oltre la torcia e il lettore mp3.

DUAL SIM L'unica concessione alla modernità è la tecnologia dual-sim, per ospitare due schedine telefoniche contemporaneamente. Attenzione, però: Crosscall Shark-V2 sfrutta le reti GSM 2G e non è quindi compatibile con le sim del gestore Tre.

PANTOFOLAI ASTENERSI Disponibile in nero o in un bell'arancione brillante (la scelta migliore per ritrovarlo sulla superficie del mare), lo Shark-V2 costa 99 euro: se siete tipi da tintarella e beach bar forse non fa per voi, ma dovreste farci un pensierino se invece passerete l'estate tra kite surf e jet ski (o se siete tipi irascibili che scagliano gli oggetti, di quando in quando).


TAGS: Crosscall Shark-V2 ip68 cellulare galleggiante telefonino galleggiante telefonino impermeabile cellulare impermeabile