Autore:
Danilo Chissalè

I CONSIGLI PER IL FREDDO Ci siamo: la tanto prevista neve è arrivata e con lei le temperature rigide. Ecco una guida pratica su come fronteggiare l'emergenza di questi giornitra consigli di guida e manovre preventive per la moto.

LE GOMME Un ruolo fondamentale viene svolto dagli pneumatici. Se sono quasi al limite, non tergiversate e sostituiteli. Le gomme sono gli unici contatti che avete con l'asfalto, non dimenticatelo. Prediligete gomme non troppo sportive: le mescole morbide sono fatte per asfalti caldi e climi temperati. Se fa molto freddo, potete abbassare di qualche decimo di bar la pressione delle gomme: così, avrete più grip e si scalderanno più in fretta. Non in caso di lunghi viaggi o medie elevate, comunque. 

FATEVI VEDERE Controllate il buon funzionamento delle luci: vedere ed essere visti è fondamentale quando le ore di luce scarseggia e magari è in corso una fitta nevicata. Se la vostra moto ha già tante primavere sulle spalle, esiste la possibilità di installare lampadine più potenti (o faretti aggiuntivi). Verificate però che l'impianto elettrico sia sufficientemente potente da sostenere il surplus di energia.

OCCHIO AL CASCO Il casco è di fondamentale importanza, certo, ma anche la visiera. Che deve essere trasparente, priva di graffi e con dispositivo Pinlock installato, speciale membrana interna che evita l'appannamento. E, possibilmente, sempre perfettamente pulita. 

ABBIGLIAMENTO Investite qualche euro in abbigliamento tecnico e termico e vestitevi a cipolla. Esistono pantaloni e maglie, da indossare sotto il vestiti, capaci di trattenere il caldo del corpo e non far penetrare il freddo. Alcuni - chi ama percorrere un sacco di km sottozero - sceglieranno capi riscaldabili. Proteggete bene le mani, se avete le manopole riscaldate usatele, altrimenti fornitevi di guanti riscaldati, esistono sia a batteria sia a filo. Un trucco? Quando fate rifornimento, e trovate un distributore fornito di guanti in plastica per self-service, prendetene qualche paio in più. Non saranno il massimo da vedere, ma quando piove o fa particolarmente freddo sono una vera e propria manna, sopra i vostri guanti invernali: non sottovalutateli, sono pure a costo zero. Su giacche e pantaloni c'è semplicemente l'imbarazzo della scelta. Se guidate lo scooter, non dimenticate la copertina, impermeabile e antivento.

WARM-UP Quando la colonnina di mercurio scende tanto, ricordate di scaldare quella trentina di secondi in più il motore prima di avviarvi. Questo permette all'olio di raggiungere tutte le parti meccaniche in movimento. Per i primi km, naturalmente, andate molto cauti con la manopola del gas.

GUIDATE DOLCI Cosa che viene facile, d'inverno, perché l'asfalto freddo - o, peggio, ricoperto di brina - offre un grip davvero scarso. Agite dolcemente sui comandi, senza pinzate al fulmicotone o movimenti troppo bruschi con il corpo. Guardate avanti il più possibile, cercando di prevenire ogni possibile pericolo. Occhio alle zone d'ombra, che possono nascondere un fondo ancora più scivoloso, e all'asfalto brillante, poco amichevole in termini di aderenza. 

LA PIOGGIA Con la pioggia tutto si complica: oltre a ripararvi dall'acqua (guardate qui per farvi un'idea dell'abbigliamento antipioggia in commercio) dovete anche evitare di irrigidirvi in sella. E' il modo migliore per combinare qualche pasticcio. Meglio restare rilassati e concentrarsi sulla guida. Cercate di capire quale sia il limite di aderenza e siate prudenti. Se non pioveva da un po', aspettatevi un grip ancora più scarso, dovuto alla patina di... schifezze accumulate sull'asfalto.

LA NEVE Il codice della strada vieta l'utilizzo delle due ruote in caso di neve e ghiaccio, ma può capitare di imbattersi in tratti innevati durante il tragitto casa-lavoro o una gita fuori porta. In questa situazione occorre prestare ancora più attenzione alla guida e seguire questi semplici consigli:
1) Evitate come la peste la neve compatta, più scivolosa di quella fresca e spesso ghiacciata. Non cadete nella trappola dei canali scavati dalle auto, preferite dei tratti non battuti se ne avete la possibiità.
2) Frenate poi curvate. Curvate poi accelerate. Ancor più che con la pioggia affrontate una manovra per volta. In caso di strada innevata il grip è praticamente inesistente, entrare in curva con i freni in mano o aprire il gas con la moto ancora piegata è il modo più veloce per finire al pronto soccorso.
3) Agite cautamente sui comandi. La frenata va effettuata in maniera combinata e, specialmente se non avete l'ABS, progressiva. La distanza di sicurezza deve essere decisamente maggiore a quella che tenete di solito, gli spazi di frenata sulla neve sono pressochè infiniti. Discorso simile quando si affronta una curva: impostatela e non date colpi bruschi al manubrio, una volta finita aprite il gas con delicatezza. Nel caso in cui scivolasse la ruota posteriore la sola cosa da fare è tirare la frizione, la moto si assesterà e potrete proseguire dopo il brivido.
4) Sguardo vigile. Se affrontate tratti già ricoperti di neve, sappiate che essa può nascondere delle insidie come buche, lastre di ghiaccio e ostacoli. La soglia di attenzione deve essere altissima.
5) Andate piano. Può sembrare una ramanzina da mamma preoccupata, ma come spiegato sopra guidare sulla neve richiede attenzione e delicatezza. Non c'è un premio al primo che arriva in ufficio ad attendervi.

 

 

 

 

 


TAGS: Inverno in moto neve in moto consigli per l'inverno consigli di guida moto inverno consigli di guida moto neve consigli di guida moto pioggia scooter con la neve Neve e ghiaccio moto guida pratica Neve e ghiaccio moto come si guida Neve e ghiaccio moto cosa fare Gelo in moto come si guida Gelo moto cosa fare Neve e ghiaccio moto frenata Neve e ghiaccio moto tenuta di strada Neve e ghiaccio moto sicurezza Neve e ghiaccio prudenza in moto Neve e ghiaccio moto distanza Neve e ghiaccio curve in moto Neve e ghiaccio tecnica di guida moto