News

Inverno in moto: il rimessaggio


Avatar Redazionale , il 26/11/10

10 anni fa - I consigli per parcheggiare la moto durante l'inverno

Non la usate più perché avete paura del freddo? Allora mettetela al riparo, ma attenzione, anche il rimessaggio va fatto con criterio.

Benvenuto nello Speciale INVERNO IN MOTO, composto da 7 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario INVERNO IN MOTO qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

AL CALDUCCIO Le prime piogge e i primi freddi segnano l'arrivo della stagione più odiata dai motociclisti: l'inverno. Un male di stagione, che consiglia a molti di riporre al calduccio la propria amata moto. Ma perché a primavera la moto sia di nuovo efficiente e non ci siano brutte sorprese, occorre anche un minimo di attenzione. Farla dormire all'interno di un box è il minimo indispensabile, ma poi ci sono regole piccole, ovvie e dettate dal buon senso che ci faranno ritrovare la nostra due ruote fresca come una rosa l'anno venturo, moto o scooter che sia.

LAVASCIUGA Innanzitutto la pulizia, come tutte le cose, anche la moto andrebbe lavata accuratamente prima di riporla "in un cassetto". Chi magari ha tirato fino all'ultimo prima di cedere al freddo avrà sicuramente affrontato qualche giornata di pioggia con tutto quel che ne consegue quanto a sporcizia e a corrosione. Il consiglio è sempre quello di curare il lavaggio personalmente (per chi può, ovviamente) perché solo in questo modo, lavando e asciugando la moto che si possono notare piccole "magagne" tipo viti allentate e quant'altro. Lavata ed asciugata la moto è pronta per essere parcheggiata nel box. Un occhio di riguardo va portato alla catena che va ingrassata con attenzione perché l'ossidazione del metallo lavora anche quando la moto è ferma.

OCCHIO ALLA CORRENTE L'impianto elettrico è un'altra cosa cui prestare attenzione. Freddo e umidità sono nemici mortali della batteria che necessita di dovute cure per riprendere servizio con efficienza la prossima stagione. Se si prevede una sosta molto lunga, conviene scollegarla, toglierla dalla moto e metterla di tanto in tanto in carica con un caricabatteria a carica lenta che ne mantenga l'efficienza. La cosa è tanto più consigliabile per le moto che adottano un sistema elettronico di antifurto. L'antifurto assorbe, infatti, sempre una piccola dose di potenza e bastano pochi giorni di non utilizzo per scaricare completamente la batteria che alla lunga andrà sostituita.

MEGLIO SUL CENTRALE Se la moto dispone di cavalletto centrale conviene utilizzarlo per far gravare meno il peso della moto stessa sui pneumatici che alla lunga si potrebbero ovalizzare. Se la moto non dispone di cavalletto centrale, ma solo del laterale è opportuno di tanto in tanto farle fare un giro, anche a spinta, per cambiare la posizione degli penumatici.

GOMMA QUADRA Un piccolo pezzo di legno andrà disposto sotto gli pneumatici stessi per evitare quanto più possibile il contatto con il pavimento e quindi con l'umidità che causa un invecchiamento precoce della gomma. Certo, se dovete cambiarli, è sempre meglio rimessare la moto con pneumatici vecchi per poi cambiarli quando ricomincerete ad utilizzarla.

COPERTINA Poche accortezze, come vedete, ma sufficienti per avere un mezzo in perfetta efficienza, una volta che ne avrete bisogno. Nessuna manutenzione invece per freni e sospensioni, loro passeranno l'inverno senza problemi. Se disponete di un telo coprimoto, usatelo, altrimenti un buon lenzuolo svolge la stessa funzione con minor spesa. Anche la polvere, alla lunga, fa danni.


Pubblicato da Redazione, 26/11/2010
Gallery
Inverno in moto
Logo MotorBox