Autore:
Stefano Cordara

Il fatto che la combattuta Boxer Cup chiudesse i battenti (ultima gara a Valencia il 30 ottobre) lasciava certo presagire l'arrivo di qualche novità. Soprattutto visto il lancio della sportiva K 1200 S. Invece BMW spiazza tutti e anziché portare in pista la sua sportiva di punta, erge a paladina del trofeo la non ancora nata K 1200 R.

NUDA DA GARA

Proprio così, la maxi naked vista di sfuggita a Monaco sarà la protagonista del nuovo trofeo monomarca Bavarese che non ha ancora un nome preciso ma che si preannuncia senza dubbio interessante. Non cambia comunque la formula generale del campionato. Previste sette gare, quasi tutte in concomitanza con gli appuntamenti della Moto GP, i piloti avranno quindi la possibilità di mettersi in mostra davanti a decine di migliaia di spettatori.

ANCHE NEGLI STATES

Per una gara è prevista la trasferta negli Stati Uniti. Certo sarà interessante vedere come si comporterà la K 1200 R in pista. I cavalli non le mancano di sicuro, (si parla di 160 per la versione di serie), e in BMW sono convinti che questo trofeo farà cambiare idea sulle qualità pistaiole della moto anche ai più scettici, anche sechi ha provato a correre nella Boxer Cup ne è già convinto da tempo.

NIENTE MONDIALE

Le sorprese terminano qui, BMW ha anche confermato che non ha alcuna intenzione (almeno per ora) di entrare in bagarre nella Moto GP né in altre competizioni motoristiche a livello mondiale. Il suo impegno nel circus si limiterà alla fornitura delle safety car.