Autore:
Danilo Chissalè

YARD BUILT Nei garage di tutto il mondo, ci sono piloti che sognano di costruire la propria moto, diversa da tutte le altre. Yamaha avvicina il sogno alla realtà chiedendo ad alcuni talentuosi bike maker di creare le special Yard Built, moto che diventano altrettante fonti d'ispirazione per i clienti che vogliono personalizzare un modello Yamaha. L’ultimo progetto è stato affidato al preparatore americano Greg Hageman, che partendo da una Yamaha XS650 e una moderna XSR700, ha dato vita al progetto “Fast Father & Fast son”.

FAST FATHER La prima moto su cui mise mano Hageman fu proprio una XS650 nel lontano 2000, fu subito amore a prima vista. Per il progetto Fast Father Greg è partito da una XS650 del ‘72, cercando di mantenere più fedelmente le sue linee semplici, ma aggiornandone la meccanica con gli standard dei giorni nostri. Il primo step riguarda il motore, che è stato spedito dagli specialisti di MikeXS, per ricevere una bella rinfrescata. Il motore è stato aggiornato utilizzando parti moderne come i carburatori Mikuni, un nuovo alternatore e la batteria al litio. Un nuovo motore più performante merita una ciclistica all’altezza, cosi Greg Hegman ha dotato la sua Fast Father di una forcella di derivazione Yamaha R6 dei primi anni 2000 (a steli tradizionali per mantenere l’effetto retrò), un forcellone in alluminio preso in prestito da un SR500. Lifiting completo anche per l’estetica, il vecchio faro è stato sostituito da un full LED con frecce integrate, mentre la strumentazione analogica è stata rimpiazzata da un più moderno sistema digitale con rilevamento della velocità tramite GPS.

FAST SON Dopo averci preso gusto con la XS650 il buon Greg Hegman ha proposto a Shun Miyazawa, capo del progetto Yamaha Yard Built, una versione ispirata alla Fast Father della neo retrò Yamaha XSR 700. L’idea è stata accolta con entusiasmo dalle alte sfere della casa di Iwata, che ha dato via libera al progetto Fast Son. Essendo una moto moderna, l’XSR700 non ha ricevuto grossi stravolgimenti a livello meccanico, Hegman ha potuto quindi concentrarsi sullo stile e la sinergia dei due progetti. Per prima cosa ha sostituito la forcella di serie con una più vintage, dotata di soffietti, e un faro tondo da 7 pollici full LED con indicatori di direzione integrati, lo stesso della XS650 Fast Father. Rimanendo sulla parte anteriore della moto, i riser del manubrio di serie sono stati sostituiti da quelli della Yamaha Virago e ora sostengono un manubrio piega bassa marchiato MikesXs. Differente è anche la posizione della strumentazione, ora posizionata più in basso vicino al faro. Leggero lifting anche per i parafanghi, accorciati e modificati per somigliare un po' di più a quelli retro della XS650. Se il davanti è stato leggermente modificato, il posteriore della XSR 700 Fast Son è stato ampiamente modificato. Le modifiche hanno coinvolto la sella, la stessa lunga e piatta della XS650, il telaietto e il su citato parafango posteriore. Originariamente la Fast Son avrebbe dovuto ricevere in dotazione gli stessi cerchi marchiati Shinko equipaggiati dalla moto da cui trae ispirazione, ma Greg Hegman ha cambiato idea dichiarando:” trovo sia inutile aggiungere dei cerchi da 3.000 dollari ad una moto che costa 8.500, si perderebbe di vista lo scopo del yard built”. Come non condividere. L’unico aggiornamento a livello meccanico è il bellissimo scarico a doppia canna mozza che , secondo Greg, rende più brioso il comportamento del motore quando si ribalta la manetta del gas.

CENTRATA L’ESSENZA Il capo progetto Yard Built Miyazawa è molto contento del risultato finale del progetto di Hegman e dichiara: “Mi piace il modo in cui ha rispettato lo spirito originale dell'XS650 e lo ha portato su questa nuova piattaforma. Non è una copia e incolla del design originale ... ha digerito il core spirt dell'XS650, l'ha capito e l'ha eseguito in un modo leggermente diverso sull'XSR700. È molto più moderno ma rispetta ancora l'originale. È impressionante come abbia trovato il perfetto equilibrio tra il divertimento in sella e le radici della XS650. "Se padroneggiate bene la lingua inglese, potrete apprezzare il video in cui i protagonisti spiegano la loro idea sul progetto e la filosofia Yard Built. Viva le special!

 


TAGS: yamaha yamaha xs650 Yamaha Yard Built yamaha xsr 700 yamaha like father yamaha like son yamaha kit aftermarket