Autore:
Andrea Rapelli

I TEMPI DELLA DAKAR La Suzuki V-Strom è ancora un'ottima moto. Ma un po' poco eccitante rispetto ad alcune rivali: dev'essere partito da questo ragionamento Oberdan Bezzi, noto designer, per confezionare una nuova quanto ipotetica Suzuki DR Big. Un mezzo che, insieme alle varie BMW R 80 G/S, Cagiva Elefant, Honda Africa Twin, Yamaha Super Ténéré, ha segnato un'epoca, quella delle endurone derivate dalla Paris-Dakar.

BECCO Oggi quel mondo non c'è più, ma le endurone continuano a piacere. E una moto come la DR disegnata da Bezzi avrebbe tutte le carte in regola per conquistare cuori. Il becco - l'ha inventato lei, nel 1987 - è una piacevole conferma, il taglio più enduristico rispetto alla V-Strom, con il cerchio anteriore da 21" e gomme tassellate, una gradita novità.

ECCITANTE E poi il motore, IL V2 Suzuki portato però a 1.200 cc, per rivaleggiare ad armi pari con nemiche del calibro della GS. Come contorno tanta intelligenza pratica, da usare tutti i giorni e perfino in vacanza: portapacchi per montare bauletto e valigie laterali, parabrezza protettivo e paramani, una bella sella liscia e ospitale anche per il passeggero.

EICMA 2016? Chissà, magari, ad Eicma 2016, Suzuki potrebbe stupirci svelando un asso nella manica come questo. Intanto, continuiamo a sognare.


TAGS: suzuki dr 800 big oberdan bezzi suzuki dr big oberdan bezzi