Autore:
Simone Dellisanti

NUOVA CITTA', NUOVO CIRCUITO Ancora pochi giorni di attesa e il Circus della Formula Uno debutterà in Azerbaigian facendo visita a Baku, ottavo appuntamento del Mondiale della serie motoristica più glamour. In attesa di questo venerdì, quando finalmente si potrà scendere in pista per le prime prove libere, la Ferrari ha messo a disposizione di Sebastian Vettel un simulatore per studiare al meglio questo nuovo tracciato. Con l'intento di conoscerne tutti i segreti e le migliori traiettorie.

CARICO AL MASSIMO Dal canto suo, il tedesco della Rossa, non vede l'ora di incominciare a inanellare giri su giri tra le curve a 90°, che caratterizzano le strade della città vecchia, e il lunghissimo rettilineo della pista, lungo 2,2 km, il doppio dei 1.100 m di Monza. "Non conosco il circuito di Baku e non vedo l'ora di provarlo" ha dichiarato Sebastian. "Ne ho sentito parlare molto bene e so che si sviluppa nella parte urbana della vecchia città. Dal simulatore sembra un tracciato davvero entusiasmante che attraversa tutta la città, non vedo l'ora di scendere in pista".

NUOVA FRONTIERA C'è davvero moltissima curiosità attorno al prossimo weekend di gara. La pista si preannuncia differente rispetto a tutti gli altri circuiti cittadini già presenti nel calendario, mixando punti estremamente veloci e tratti più stretti rispetto, anche, ai tornanti del Gran Premio di Monaco. Come dichiarato dal pilota Ferrari "E' sempre bello andare a correre su un nuovo circuito. Io amo i tracciati cittadini. Di solito sono stretti, irregolari e difficili e spero che la nuova pista comprenda tutte queste caratteristiche".


TAGS: ferrari vettel f1 Raikkonen f1 2016 gp baku campionato mondiale f1 2016 baku