Autore:
Andrea Minerva e Simone Dellisanti

IL FINALE Anche nel 2017, il rally Due Valli, che fa storicamente base nella città di Verona, chiuderà i giochi del Campionato Italiano Rally. Questa gara che affonda radici e ricordi negli anni ’70 e ’80 ha ritrovato definitivamente il lustro e lo splendore che l’hanno contraddistinta per moltissimo tempo e oggi si propone come uno degli eventi rallystici in assoluto maggiormente attesi dagli appassionati e dagli addetti ai lavori. Il fatto di essere potenzialmente la gara decisiva per l’assegnazione del Titolo Tricolore conferisce indubbiamente al Rally Due Valli un valore di primo piano, al quale si somma giustamente un percorso tecnico e veloce al alto tasso di spettacolarità.

NON SOLO CIR Il fulcro di tutto l’evento è la splendida città di Verona, in particolare la scenografica Piazza Bra nella quale si svolgono le cerimonie di partenza e arrivo, mentre il parco assistenza è allestito negli spazi di Veronafiere. Nei paraggi della città si svolge le celebre prova speciale “Torricelle”, non la più determinante in termini di classifica, ma particolarmente spettacolare e ambita dal pubblico, in quanto il percorso si snoda a ridosso del capoluogo scaligero. Le altre prove speciali, molto tecniche e “guidate”, caratterizzate da lunghe sequenze di curve strette e tornanti impegnativi, spesso in discesa, sono la “Badia Calavena”, la “Marcemigo”, la “Porcara” e la sempre e giustamente temuta “Ca del diaolo”, lunga poco meno di 24km e storicamente decisiva per tutti gli equipaggi che ambiscono al successo nel rally Due Valli. Nel 2017, questa gara, arrivata alla 35° edizione, sancirà non solo la conclusione del Campionato Italiano Rally ma anche la conclusione del Campionato Italiano rally auto storiche con la 12° edizione del rally Due Valli Historic.

BASSO Nel 2016, il rally Due Valli ha sancito la vittoria del titolo italiano conquistata da Giandomenico Basso e Lorenzo Granai con la Ford Fiesta R5 del team Brc nonostante il successo conclusivo ottenuto nella gara veronese da Paolo Andreucci e Anna Andreussi con la Peugeot 208 T16 di Peugeot Sport Italia


TAGS: cir 2017 rally due valli 2017