Autore:
Massimo Grassi

WELCOME TO REAL WORLD Dopo Singapore, da ieri anche a Pittsburgh circolano liberamente delle auto senza conducente. Si tratta di 20 Ford Fusion, cui si affiancheranno anche delle Volvo XC90, firmate Uber dotate di laser, sensori e videocamere in grado di tenere sotto controllo tutto quello che succede intorno a loro. E di portare i passeggeri da un posto all’altro senza che nessun essere umano tocchi volante o pedali.

SOLO PER POCHI Inizialmente la sperimentazione di auto a guida autonoma vedrà impegnati come tester alcuni clienti Uber che potranno così spostarsi a bordo di Ford Fusion e Volvo XC90 e potranno contare sulla presenza di un ingegnere al posto guida. Si perché la tecnologia per ora non è ancora affidabile al 100% e l’intervento umano potrebbe essere richiesto, specialmente quando il meteo non è dei migliori.

E DOMANI? Dobbiamo quindi prepararci a dire addio ad auto Uber con autista? A rispondere alla domanda ci pensa Anthony Levandowski, responsabile del progetto guida autonoma dell’azienda statunitense “Credo che anche quando i problemi di questa tecnologia verranno il sistema di ridesharing sarà un mix tra auto con autista e a guida autonoma. Il motivo sta nei limiti del software e la sempre maggior richiesta di una tipologia di trasporto che solo i mezzi guidati da esseri umani può soddisfare”. Non preoccupatevi quindi, se siete tra quelli che mai e poi mai metteranno piede in un’auto a guida autonoma non sarete obbligati ad andare a piedi.

 

 


TAGS: tecnologia tech guida autonoma uber