Autore:
Marco Congiu

ALLARGA LA CINTURA Problemi di gioventù per tre neonati modelli di Volkswagen. La nuova Polo a cui si aggiungono anche la nuova Seat Arona e la nuova Seat Ibiza sono oggetto di richiamo da parte della multinazionale di Wolfsburg per un problema alle cinture di sicurezza. Importanti i numeri: 220.000 Polo e 191.000 Seat.

PROBLEMI TECNICI Sotto accusa è finita la cintura di sicurezza del passeggero posteriore centrale, colpevole – secondo quando dichiarato direttamente da Volkswagen in un comunicato ufficiale – di sganciarsi in autonomia durante i cambi improvvisi di corsia. La riparazione sarà a costo zero per gli utenti.

PARLA VOLKSWAGEN In un comunicato ufficiale, Volkswagen comunica che la nuova Polo rimane un'auto sicura in conformità a tutte le norme previste dalla legge. La casa di Wolfsburg, comunque, chiede ai proprietari della Polo di evitare di usare il sedile centrale fino a quando la nuova chiusura della cintura di sicurezza non sarà installata.

PARLA SEAT Anche la filiale italiana di Seat comunica di aver già trovato una soluzione per Arona e nuova Ibiza, consigliando comunque le stesse precauzioni di Volkswagen per la Polo. Il problema si presenterebbe nel momento in cui le auto con cinque occupanti a bordo si apprestano a cambiare repentinamente corsia. Il movimento brusco provocherebbe uno sganciamento automatico delle cinture di sicurezza del passeggero posteriore centrale e posteriore di sinistra. I clienti riceveranno una lettera raccomandata a casa in cui si invita a prendere appuntamento per la riparazione gratuita.


TAGS: seat volkswagen seat ibiza volkswagen polo richiami Seat Arona