Autore:
Andrea Rapelli

TALISMANO MAGICO Eccolo qui, il Talisman di Renault contro lo strapotere dei tedeschi nel segmento delle berline. Un nome che suona come un buon auspicio per un'auto che, giurano a Parigi, ha tutte le carte in regola per sbaragliare la teutonica – e agguerrita – concorrenza.

GRANDI ASPIRAZIONI D'accordo, sbagliare linea su un corpo vettura lungo ben 4,85 metri e con un passo stiracchiato fino a 2,81 metri, è compito davvero arduo. Anzi, praticamente impossibile. Però, bisogna ammettere che il centro stile Renault, capitanato da Laurens Van Den Acker, ha regalato alla Talisman un look tutto particolare. Se la fiancata non si produce in particolari guizzi, con proporzioni già viste, frontale e coda fanno invece discutere.

OCCHIATE AFFILATE Dal vivo, la classica Losanga della Renault Talisman sembra ancora più grande di quel che realmente è, incastrata perfettamente fra le lame d'argento della calandra. Le luci diurne che continuano sotto i proiettori con lame di Led, poi, rendono la berlina francese riconoscibile anche ad un'occhiata distratta. Dietro, invece, i giochi di luce in 3D sul bagagliaio incorniciano la scritta Talisman a caratteri cubitali. La presenza scenica c'è e, dal vivo, la Talisman non lascia indifferenti.

QUANTI BAGAGLI! I tecnici della Régie assicurano che la Renault Talisman sposta più in alto l'asticella dell'abitabilità per gli occupanti e perfino per gli oggetti, grazie ai 25 litri di vani sparsi in abitacolo. Nonostante sconti l'assenza del portellone, il bagagliaio della Talisman può contenere fino a 608 litri di valigie: un risultato buono pure per le famiglie extralarge.

TABLET “Abbiamo lavorato davvero sodo negli interni, per migliorare la qualità percepita”. In effetti, Carlos Ghosn – intervenuto nella faraonica cerimonia di presentazione al castello di Chantilly – sembrerebbe dire la verità: aperta la porta, si scopre un mondo di pelle (sulle Talisman più costose) e tecnologia, con il sistema multimediale R-LINK2 da 8,7 pollici (7” negli allestimenti intermedi). Un vero e proprio tablet verticale incastonato in plancia con schermo touch, mappe di navigazione 3D, connessione Bluetooth e comandi vocali. Non mancano nemmeno impianto Bose con 13 altoparlanti e un sacco di angeli custodi elettronici, dal cruise control attivo al sistema di frenata d'emergenza.

L'ESPACE SOTTO Basta leggere la scheda tecnica per capire che, sotto questa Talisman di buone speranze, vive una Espace. Che ha donato sistema a quattro ruote sterzanti 4Control, ammortizzatori a controllo elettronico e sistema Multi-Sense, che permette di regolare una serie di parametri (risposta di motore, sterzo, ammortizzatori e cambio automatico) secondo il proprio gusto del momento, sulla scia di cinque modalità: Eco, Comfort, Sport, Neutral e Perso, cioè personalizzabile.

QUI MOTORI Sotto il lungo cofano della Renault Talisman respirano cinque unità, due a benzina e tre a gasolio. I due TCe, entrambi in accoppiata con il cambio a doppia frizione EDC a sette rapporti, sviluppano 150 e 200 cv. La famiglia dei dCi comprende invece l'1.5 da 110 cv- che non dovrebbe arrivare in Italia - e l'1.6 declinato in due potenze: 130 e, grazie ai due turbo, 160 cv (solo con il 6 marce doppia frizione EDC).

CI VEDIAMO NEL 2016 La fabbrica di Douai, in Francia, ha già iniziato a sfornare Renault Talisman a pieno regime: tuttavia, sul nostro mercato la berlinona francese non arriverà prima del nuovo anno. Nel frattempo, al Salone di Francoforte, si potrà ammirare la Renault Talisman SW, che promette di raggiungere nuove frontiere in termini di vivibilità interna. 


TAGS: renault talisman