Autore:
Luca Cereda

MINI-RIVOLUZIONE Probabilmente davanti alla tv la maggior parte della gente nemmeno ci avrà fatto caso. Eppure, nel suo piccolo, ieri sera è andata in scena una piccola rivoluzione: la Rolls-Royce ha per la prima volta nella sua storia cambiato logo. Via la classica “doppia R”, sostituita stavolta da una targhetta recante il profilo dello Spirit of Ecstasy – la classica statuetta montata sul radiatore delle Rolls-Royce- avvolto in una Union Jack.

TRE MOSCHETTIERI Ci voleva un evento storico come le terze Olimpiadi londinesi per far fare alle Rolls-Royce, simbolo di lusso ma anche di conservatorismo tipicamente britannico, un tale piccolo-grande passo. Pensate che il vecchio logo resisteva addirittura dal 1904, cioè dagli albori della Casa. Ad inaugurare il nuovo simbolo sono state Phantom speciali, chiamate Rolls-Royce Phantom Drophead Coupé Series II, che ieri hanno sfilato durante la cerimonia di chiusura dei Giochi 2012. Oltre al nuovo logo, le tre Phantom Drophead Coupé Series II sfoggiavano personalizzazioni a tema olimpico appositamente realizzate dal Rolls-Royce Bespoke Design Team.

CITIUS! ALTIUS! FORTIUS! Piccoli particolari, niente di vistoso, ma siamo sempre lì: su una Rolls-Royce basta che si muova una foglia per fare rumore. E soprattutto per farne un pezzo più raro e prezioso di quanto già non sia. Occhio al volante, dunque: se al centro ha una torcia olimpica ornata d’alloro, è una delle Phantom Drophead Coupé Series II – in rigorosa livrea English White. A certificarne l'autenticità, e la rarità, in ogni caso c’è anche una placchetta numerata. E sul coprimozzo della ruota, lo storico motto decoubertiniano delle Olimpiadi “Citius! Altius! Fortius!”.  


TAGS: londra 2012