Autore:
Isabella Galli

ORRIDI, ABISSI E ALTRE DIAVOLERIE Ci sono voluti millenni perché i fiumi che attraversano la valle scavassero i canyon della Val di Non. Quando 15mila anni fa i ghiacciai si ritirarono, lasciarono spazio a una fitta rete di torrenti incassati tra le rocce calcaree che nel tempo hanno originato paesaggi unici e irripetibili come la gola della Rocchetta, la forra del Rio S. Romedio, l'orrido di Castelfondo o il burrone della Diavola. Fra pareti di roccia e celati in mezzo al verde, inoltre, si scoprono antichi castelli e manieri, eremi e santuari che testimoniano un affascinante passato centenario e che faranno credere ai vostri bambini di essere i protagonisti delle loro fiabe preferite.

INDIANA JONES A Fondo, dove potrete fare scorta di specialità locali e sfogare la vostra voglia di pedalare all'aria aperta, si trova una delle passeggiate più emozionanti, quella del Rio Sass. Qui, grazie a scalette e passerelle, è possibile visitare l'orrido che taglia in due Fondo, vedendo da vicino, a 50 metri di profondità, cascate, marmitte dei giganti, stalagmiti e stalattiti creati dalla natura nei millenni. Un'elettrizzante avventura tra storia e geologia che ha come colonna sonora l'incessante scrosciare dell'acqua (www.canyionriosass.it). Per rifocillarsi al termine dell'escursione, l'agriturismo Castel Vasio propone merende golose preparate esclusivamente con i prodotti dell'azienda agricola di famiglia. In questo maniero duecentesco recentemente ristrutturato è possibile anche pernottare e sentirsi per una notte come Biancaneve o la regina Grimilde (www.castelvasio.net).

ECOMUSEO Per tre chilometri, lungo il torrente omonimo, si snoda il Parco fluviale del Novella. Qui meleti e boschi incantati si affacciano a strapiombo su scenari da Far West americano, fatti di rocce e speroni multicolori. All'improvviso il paesaggio muta radicalmente e ci si inabissa in canyon sotterranei profondi centinaia di metri scendendo lungo passerelle sospese e si attraversano ardite gole in cui si alternano salti, cascate d'acqua e volte rocciose.  (www.parcofluvialenovella.it). 

Immagini: Archivio Fotografico ApT Val di Non


TAGS: forra del rio s. romedio orrido di castelfondo Val di Non: me la guido e... mela godo