Autore:
Paolo Sardi

AFFUMICATA Per una volta tanto il problema non è l’arrosto. Di quello, in una 350Z, ce n’è tanto da saziare anche un palato (o meglio un piede) esigente. Al limite la questione è che c’è… poco fumo. Per la sua sportiva la Nissan ha scelto infatti una carrozzeria liscia e stondata come una saponetta. E’ uno stile che fa un figurone per le vie del centro ma che fatica a far salire le pulsazioni alla fazione più estremista della clientela sportiva.

NATA PER GIOCO

Presto fatto. A costoro ha pensato la NISMO (nome solo a prima vista misterioso, trattasi della NISsan MOtorsport), che ha approntato un kit capace di cambiare i connotati della 350Z. Ciò non solo con l’obiettivo di renderla più grintosa e appariscente ma anche per migliorare la sua deportanza, incrementando il carico aerodinamico. Nell’operazione, cosa curiosa, c’è anche lo zampino della Polyphony Digital, produttrice del noto gioco elettronico "Gran Turismo". Proprio dalle fantasia dei suoi creatori sono scaturite le forme di una 350Z speciale, cui si è poi ispirata la NISMO per la realizzazione del suo Aero kit.

ESIBIZIONISTA MA PUDICA

Impossibile non notare subito le differenze rispetto a una 350Z di serie. Lo spoiler anteriore è ora più esteso e si chiude con un piccolo bordo orizzontale che viaggia quasi rasoterra, neanche volesse dare una piallata l’asfalto. Come una signorina pudica, la special della NISMO tiene l’orlo delle minigonne molto in basso e si copre bene anche nella parte posteriore, con un paraurti che scende fino a pochi centimetri dal suolo. Alla fine sembra quasi che la coupé nipponica sia stata risucchiata verso l’asfalto.

ALZA LA VOCE

L’elemento più vistoso del kit è però l’alettone posteriore, che sormonta la coda in posizione piuttosto avanzata, giusto alla base del lunotto. Sempre in coda, si possono poi ammirare anche gli inquietanti terminali di scarico gemelli da ben 10,7 cm di diametro. Questi sono solo la punta dell’iceberg rappresentato dall’impianto completo studiato dalla NISMO e che assicura risposte più pronte all’acceleratore, accompagnate da una colonna sonora da vera racer.

MUTAMENTO INTERIORE

Questa 350Z adotta cerchi a cinque razze in alluminio da 19 pollici e sospensioni che le regalano un assetto ancor più rigido di quello standard, già a sua volta granitico. Un tocco particolare all’abitacolo viene infine dalle soglie battitacco, dai tappettini e dal pomello del cambio, oltre che da una coppia di sportivissimi sedili in alcantara.

MANO AL PORTAFOGLI

Il kit Aero è venduto in Inghilterra a un prezzo chiavi in mano pari a 3750 euro. Per il momento viene offerto solo all’acquisto della 350Z, ma è probabile che a breve diventi un accessorio after market. E’ invece sempre possibile acquistare i cerchi (2650 euro, iva e pneumatici esclusi) e lo scarico (1500 euro). E nel Bel Paese? Per ora alla Nissan Italia fanno sapere di non aver intenzione di importare alcunchè. Non è tuttavia da escludere che la rete possa offrire supporto per fare arrivare da Oltremanica gli eventuali pezzi. Diversamente non resta che dedicarsi al fai da te degli acquisti in rete.

TAGS: anteprima: nissan 350z nismo