Autore:
Luca Cereda

SINISTRA AL POTERE Se un automobilista entra in un concessionaria cercando una monovolume, probabilmente è la parte sinistra del suo cervello che comanda. E armata di metro, goniometro, fonometro e chi più ne ha più ne metta, inizia a processare le sue valutazioni. Keywords: abitabilità, praticità, comfort.

L’ECCEZIONE Oggi come oggi, però, anche l’immagine conta, e non poco. Così accade che le monovolume, auto razionali e giunoniche per esigenza, provino a distinguersi attraverso lo stile, più sportivo, più elegante o più originale a seconda del cliente tipo. Ne sono un esempio la Fiat 500L Trekking, la Citroën C4 Picasso e la Golf Sportsvan, tre alternative dal mondo delle monovolume compatte esteticamente molto diverse tra loro.  

COUNTRY-CHIC Delle tre, la Fiat 500L Trekking ha sicuramente un’aria più sbarazzina, poco valorizzata – a dire il vero – dal total look nero dell’esemplare in prova. Con altri colori - consiglierei il giallo Sorrento - viene però fuori la sua immagine campestre, fatta di rinforzi in plastica a protezione della carrozzeria, skid plate e un assetto rialzato di 15 mm. Più che esigenze fuoristradistiche, questione di moda: il look suv/crossover piace su tutte le carrozzerie e Fiat ha deciso di vestire così la versione più trendy e costosa della 500L.

FACCIA DI FAMIGLIA Agli antipodi si pone la Golf Sportsvan, più ingessata ma inconfondibilmente Golf. Per l’emanazione multispazio della Golf 7, il family feeling con l’omonima berlina compatta è un buon antidoto all’invecchiamento e, anche grazie a proporzioni riviste, sbalzi più corti e un passo allungato, la Sportsvan si scrolla di dosso l’immagine un po’ goffa del modello che va  sostituire, la Golf Plus. Al primo sguardo, però, difficile che scatti il batticuore. A meno che non siate estremamente sensibili al fascino di linee pulite e razionali.

NAVICELLA SPAZIALE L’originalità, per intenderci, è altra cosa. E se cercate una monovolume fuori dal coro, in questo terzetto l’indiziata numero uno diventa la Citroën C4 Picasso. Meno giovanilista rispetto alla 500L Trekking, ha però un aspetto più tecnologico grazie ai sottilissimi led che le illuminano lo sguardo, coerente con gli interni high-tech. La forma è quella classica della C4 Picasso: a uovo. Ma i designer del Double Chevron meritano un plauso per come hanno saputo mascherarla tracciando un look più filante. Con quel tettuccio che pare sospeso e una coda alleggerita dal design moderno delle luci e dalla “scomparsa” dell’ultimo montante. 


TAGS: 500L Trekking vs C4 Picasso vs Golf Sportsvan