Autore:
Emanuele Colombo

FATTA PER DIVERTIRE “La Mini John Cooper Works GP Concept incarna l’estremo piacere di guida stesso e i livelli di prestazioni che si trovano nelle competizioni motorsport. Questo è divertimento di guida allo stato più puro”: è così che Peter Schwarzenbauer, Responsabile per i marchi Mini, Rolls-Royce e BMW Motorrad, introduce il prototipo più estremo, in mostra al Salone di Francoforte 2017. Guarda il video live.

AERODINAMICA ESTREMA Significativamente più larga del modello attuale, lo studio di design Mini per Francoforte ha grandi spoiler anteriori e posteriori, minigonne laterali e uno spoiler sul tetto dal disegno particolare. E come si addice a una macchina sportiva estrema, ha molte parti in fibra di carbonio per ottimizzare i pesi. Grandi prese d’aria e deflettori caratterizzano un frontale molto vicino al suolo e il contrasto tra i colori Black Jack Anthracite e Curbside Red Metallic opaco sottilinea le geometrie delle sovrastrutture. Il numero 0059 sulle fiancate? Ricorda l’anno in cui nacque la Mini originale: il 1959.

PER LE GARE BAGNATE Le minigonne in fibra di carbonio donano alla carrozzeria un profilo più basso e i cerchi Racetrack da 19 pollici a raggi sottolineano la sportività. Dietro, i fanali a Led sono molto sporgenti e sono sagomate come due mezze bandiere britanniche. Due luci supplementari per la pioggia ai lati del posteriore migliorano la visibilità in caso di gare sul bagnato. In basso, i doppi terminali centrali sono quasi una firma per John Cooper Works.

TUTTA TOUCH A bordo troviamo due sedili avvolgenti montati molto in basso, con cinture di sicurezza a cinque punti. La gabbia di protezione ispirata alle auto da corsa ha comportato la rimozione dei sedili posteriori. La leva del cambio non c'è, rimpiazzata dai paddle dietro al volante, e il pannello strumenti ha un disegno molto pulito: completato nella sua funzione informativa dal head-up display. Le regolazioni della vettura, compresa quella degli assetti, avvengono con comandi touch sul grande display a centro plancia e le porte si aprono grazie a maniglie di tessuto nascoste.

SERIE LIMITATA? E ora la domanda che tutti aspettavate: ma arriva o no? Mini, ufficialmente, insiste che per ora la John Cooper Works GP Concept è solo uno studio di design. D'altra parte, altrettanto ufficialmente, ci ricorda che questo prototipo raccoglie il testimone dalla Mini John Cooper Works GP del 2012 e dalla Mini Cooper S con il Kit John Cooper Works GP del 2006. La buona notizia è che questi modelli del passato erano stati prodotti in serie limitate a 2.000 esemplari, quindi non ci stupiremmo se anche la nuova concept seguisse lo stesso percorso. Guarda il video live dal Salone di Francoforte. 


TAGS: concept car foto prototipo caratteristiche salone di francoforte 2017 Mini Francoforte 2017 novità mini mini john cooper works gp concept mini jcw gp concept prototipo mini