Autore:
Luca Cereda

GIOCA IN CASA Anche in Corea qualcosa si muove in materia di elettrico. Al salone di Seoul, Kia ha presentato la Naimo, prototipo di crossover elettrica dalle dimensioni compatte (non arriva infatti ai quattro metri). Il nome deriva dal coreano “Ne-mo”, il cui significato rimanda alla forme squadrate tipiche di questa concept, fatta eccezione per la coda dove il profilo scende più dolce come si conviene a una crossover. Che questa sia uno dei prossimi colpi in canna della Kia?

INTERNO LEGNO La Naimo si presenta con i soliti effetti speciali. L’arredamento interno è fatto in legno di quercia coreana (utilizzato per i pannelli delle portiere e per il pavimento) mentre il soffitto è rifinito con una preziosa carta coreana a fare da tappezzeria. Il pannello strumenti utilizza invece la tecnologia TOLED (Transparent Organic Light Emitting Diode) per raffigurare la strumentazione e i display dei sistemi di infotainment.

COMPACT CROSSOVER Lunga 3,89 metri, larga 1,84, e con un passo di 2,64 metri, la Naimo punta forte sull’abitabilità e sull’accessibilità. Alcune delle soluzioni che propone la Naimo – e che Kia sta dunque studiando per il futuro – sono le portiere che si aprono a finestra, con montante centrale assente. Sul posteriore, il portellone ha invece tre modalità di apertura per assecondare qualsiasi necessità di carico­.

TUTTO IN 20 MINUTI Il sistema di propulsione si regge su un motore elettrico che eroga una potenza massima di 109 cavalli e una coppia massima di 280 Nm. Tradotto in termini di prestazioni, la Naimo può raggiungere i 150 km/h di velocità massima e percorrere fino a 200 km – dichiarati – con un solo ciclo di carica. I due gruppi di batterie ai polimeri di litio stivati sotto il pianale, da 27 kWh ciascuno, tramite la modalità di ricarica rapida (50 kW) si caricano dell’80% di energia in 20 minuti. Una ricarica piena, in modalità normale (3.3 kW), richiede invece 5 ore e mezza.


TAGS: concept car kia kia naimo