Autore:
Marco Rocca

IL MERCATO LA PREMIA Insignia, un nome che da noi non ha bisogno di presentazioni. Del resto dal 2008 è stata apprezzatissima nel mercato delle stradiste e delle flotte. Nel 2017 cambia tutto: nella linea e nei contenuti tecnologici e anche in parte nel nome. Ecco perché è arrivato il momento di rispondere alle vostre domande.

E’ CRESCIUTA NELLE DIMENSIONI? Si, di 5 cm per un totale di 4 metri e 90 cm tondi tondi. Più che di dimensioni è una questione di proporzioni. La nuova Opel Insignia è un po’ più lunga e larga della precedente ma sono soprattutto con sbalzi cortissimi. Tra l’altro l’altezza inferiore di 3 cm rispetto al modello precedente rende ancora più evidente il cambiamento.

COME SI STA DIETRO? Le linee sportive non deve ingannare perché l’abitabilità posteriore è decisamente buona. Guardate quanto spazio per le testa e per le gambe. Il merito? Del passo allungato di ben 9 cm rispetto al passato, ora siamo a 2,83 metri, al top della categoria.

COME E’ IL BAGAGLIAIO? Domanda più che lecita visto che parliamo di una berlina/coupé. Sul piatto della bilancia la Insignia Grand Sport mette 490 litri che diventano 1.450 a sedili reclinati (che per inciso sono a pagamento frazionati in tre parti). A onor del vero, però, è più piccolo di quello delle rivali e pure di quello della precedente Insignia: 530/1470. C’è da dire che il vano è rifinito in morbida moquette.

COME E’ FATTA DENTRO? L’abitacolo fa scena ma non punta su particolari effetti woow. Tutto è dove si vorrebbe trovare, insomma ci si distrae poco, complice il nuovo head up display a colori molto ampio. Buoni e accurati i materiali e i montaggi, tedesca maniera, ci si può lamentare solo di qualche plastica rigida sui pannelli delle porte e sul tunnel.

COME E’ MESSA A INFOTAINMENT? Il nuovo sistema di infotainment IntelliLink manda (finalmente) in pensione la selva di pulsanti che affollava la plancia. Il display da 8 pollici funziona bene e ha la compatibilità con Apple Car Play e Android Auto. In più, cosa da non sottovalutare, sulla Insignia c’è il sistema Opel On Star che mette a disposizione un operatore in carne e ossa h24 per qualsiasi evenienza, anche quella di trovare un negozio o una pasticceria siciliana aperta di notte a milano.

QUALE VERSIONE CONSIGLIATE? Vigoroso il tiro del 2.0 CDTI a gasolio da 170 CV che, però, è più rumoroso e ha maggiori vibrazioni del 1.6 CDTI: se non "fate le corse", preferite il secondo, in versione da 136 CV. Peccato che il cambio automatico a otto rapporti (tanto rapido quanto dolce nei passaggi di marcia), non sia abbinabile a questo propulsore e ci si debba "accontentare" di quello con due in meno... Consigliati i fari a matrice di led, che creano coni d'ombra attorno alle vetture che si seguono e incrociano, per evitare di abbagliarle pur mantenendo le luci di profondità accese. I prezzi partono da 30.250 euro per la diesel 1.6 CDTI da 110 CV (750 euro in più per la versione da 136 cavalli), ma si può scegliere fra motori a benzina e gasolio fino a 260 CV, trazione anteriore o integrale e cambio manuale a sei marce o automatico.


TAGS: opel video le vostre domande opel Insignia Grand Sport