DAKAR 2017

DAKAR 2017: Primo successo di Brabec nella settima tappa, Sunderland allunga in classifica


Avatar Redazionale , il 09/01/17

4 anni fa - Lo statunitense vince, ma il britannico ora ha 17'45'' su Quintanilla

Lo yankee dell'Ala dorata sfrutta un Goncalves in veste di lepre, ma la meglio è andata al britannico della KTM

MEGLIO ANDARE SUL SICURO Dopo la cancellazione della tappa 6 per maltempo, era ovvio doversi aspettare qualche modifica in nome della sicurezza per l'appuntamento successivo: così è stato, ed infatti la famosa “marathon” (nome dell'odierna settima tappa) è stata oggetto di una vistosa riduzione nel chilometraggio della prova speciale, dal momento che le condizioni del terreno per le ingenti piogge di questi giorni non sono state giudicate del tutto ottimali. Nello specifico, la PS è stata dimezzata (da 322 a 161 km), mentre il percorso totale, con partenza da La Paz, è incrementato da 622 a 801 km complessivi, in modo da permettere ai piloti di poter raggiungere il bivacco di Uyuni senza troppi pensieri sul “cronometro”.

VEDI ANCHE


GIOCO DI SQUADRA Nonostante le difficili condizioni di fango e freddo, a portare a casa la vittoria di tappa, stavolta, è stato un pilota che non poteva ancora fregiarsi di alcun successo nella Dakar. Ma c'è sempre una prima volta, vero Ricky Brabec? Sfruttando la scia di un Paulo Goncalves (Honda) particolarmente in palla ed in grado di ricucire fin da subito lo strappo creato dal leader Sam Sunderland (KTM), lo statunitense è riuscito a staccare il miglior tempo nella prova speciale cronometrata, precedendo di 1'44'' il compagno di squadra. Per quanto riguarda il britannico, Sam è comunque riuscito a terminare la sua impresa in terza posizione (+4'43''), un prezioso risultato che gli ha permesso di incrementare di ben 6 minuti il vantaggio nei confronti del secondo in classifica, Pablo Quintanilla (ora staccato di 17'45''). Meno buona la prestazione di Adrian van Beveren, il quale ha comunque mantenuto la terza piazza nella generale (+22'16'') davanti alle due KTM di Gerard Farres (+28'36'') e di Matthias Walkner (+34'17''). È rimasto sesto nell'assoluta Xavier de Soultrait (Yamaha, +38'33'', oggi quinto), mentre per trovare il settimo si va oltre l'ora di distacco con Pela Renet (Husqvarna) ed, a seguire, le due Honda di Goncalves e di Joan Barreda (oggi solamente quarto). 


Pubblicato da Giulio Scrinzi, 09/01/2017
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox