Autore:
Simone Valtieri

SETE DI DUE RUOTE Sete Gibernau torna in sella. All'età di 46 anni il campione spagnolo sarà impegnato nel prossimo campionato del mondo MotoE, riservato alle due ruote elettriche. Ad annunciarlo è stato il team Pons Racing tramite un tweet, nel quale si vede la foto di un sorridente Gibernau e si legge la notizia ufficiale dell'acquisto del 2 volte vice campione del mondo della MotoGP. Il debutto in pista con il team di Sito Pons avverrà nel maggio 2019, con un campionato che prevederà cinque appuntamenti (Jerez 5 maggio, Le Mans 19 maggio, Sachsenring 7 luglio, Spielberg 11 agosto e Misano 15 settembre) e 18 piloti iscritti. Intanto a Valencia, il 16 novembre prossimo, è stata annunciata la conferenza di presentazione alle ore 17.45, e su un altro tracciato spagnolo, quello di Jerez, si svolgeranno i primi test dal 23 al 25 novembre. I successivi test sono previsti sulla stessa pista dal 13 al 15 marzo e dal 23 al 25 aprile.

LA DIREZIONE DEL MONDO "Il mondo si sta muovendo in una nuova direzione e io voglio sapere dove sta andando" - ha commentato Gibernau circa il suo debutto sulle moto elettriche - "Certo, mai avrei pensato a quest'età di partecipare a un mondiale, ma la vita è piena di sorprese e dopo 10 anni di assenza sono qui. Ringrazio Sito per l'opportunità, ha insistito così tanto da convincermi, e io lavorerò duramente per non tradire le attese. Potrò dire di aver guidato tutte le generazioni di moto degli ultimi anni, dal due tempi al quattro tempi fino al futuro dell'energia." Anche il team manager Sito Pons è entusiasta del sì del suo connazionale: "Quando è apparso il nuovo campionato era chiaro sin da subito che volessimo partecipare. Le moto elettriche sono il futuro del nostro sport, e non vedo un'opzione migliore di Sete Gibernau per questa sfida, dovevamo avere un pilota esperto."

I PRIMI NOMI Oltre a Sete Gibernau, è già sicura la presenza di altri ex protagonisti del Motomondiale nel campionato MotoE. Il team tedesco Dynavolt ha annunciato lo svizzero Jesko Raffin, quello di Angel Nieto disporrà dei servigi dello spagnolo Nico Terol e della centaura Maria Herrera, mentre per la LCR guiderà il veterano francese Randy De Puniet assieme all'italiano Niccolò Canepa. Ducati Pramac schiererà probabilmente lo spagnolo Fonsi Nieto mentre il team Gresini ha optato per il giovane Matteo Ferrari. Altri nomi freschi di conferma sono quelli del francese Kenny Foray (dal mondiale Endurance) e dello spagnolo Hector Garzo per il team Tech 3, mentre in attesa di conferma sono quelli di due australiani: Broc Parkes e persino il 47enne Troy Corser, leggenda della Superbike, che toglierebbe il primato di longevità a Gibernau.


TAGS: motoe Sete Gibernau Pons Racing MotoE 2019