Prova

Piaggio X9 Evolution 500 ABS


Avatar Redazionale , il 31/05/04

17 anni fa - Il Piaggio X9 Evolution 500 fa un ulteriore passo avanti verso la perfezione con l'arrivo del sistema di frenata servoassistita e dell'ABS.

Il Piaggio X9 Evolution 500 fa un ulteriore passo avanti verso la perfezione con l'arrivo del sistema di frenata servoassistita e dell'ABS. Lo scooterone di Casa Piaggio si conferma così uno dei più attenti al discorso sicurezza e soddisfazione dell'esigenze dell'automobilista pentito. Prezzo? 6.695 Euro f.c.

TUTTO IN 48 ORE Quarantott'ore di preavviso per preparare bagagli e organizzare la "compagnia" ed eccoci verso la Francia, in direzione Provenza. 550 km per presenziare alla prova su strada del nuovo Piaggio X9 Evolution 500, ennesimo step evolutivo del fortunato maxiscooter "Evolution" di Pontedera.

PASSIN PASSINO Infatti, il nuovo X9 Evolution 500 ABS esteticamente non cambia di una virgola rispetto a tutti gli X9 della famiglia Evolution: specchietti automobilistici con indicatori di direzione integrati, sguardo accattivante con i due fari aggressivi, vano ampio e sfruttabile, motorone di 500 cc e 40 cv e una sfilza di accessori da far contento il più viziato degli automobilisti rimangono i punti forte dello scooterone italiano.

LA FRENATA E' SERVITA A cui però mancava giusto giusto il sistema ABS con tanto di servofreno (che agisce sulla pinza del freno anteriore) ad affiancare la già presente frenata integrale come ciliegina sulla torta che (guardando i numeri di vendita) piace tanto. "Aggeggi" da automobilista convinto, da neofita, ma utili anche al pilota più esperto nell'uso quotidiano, la dove l'imprevisto è sempre in agguato.

UN DISCO IN MENO Insomma, non un semplice gadget con cui vantarsi al bar con gli amici, ma un sistema studiato ad hoc, talmente studiato ad hoc che è costato il posto al disco di sinistra in favore del discreto disco fonico necessario per il sistema ABS. Una riduzione del "personale", questa, dettata dalla necessità di mantenere il prezzo concorrenziale, ma che è stata comunque abbondantemente "coperta" dall'arrivo del sistema servofreno per ottenere maggiore forza frenante senza dover sudare sette camicie.

SOLO DAVANTI La cosa curiosa è che nell'ottica della massima riduzione di prezzo e della massima semplificazione tecnica, è stato sacrificato anche l'impianto posteriore. Sia ABS, sia servofreno, infatti, agiscono esclusivamente sul disco anteriore, dietro funziona tutto come prima.

ATTENTI QUEI DUE Un'accoppiata, quella di servofreno e ABS, simile a quella montata sulle BMW e per certi versi addirittura migliore, soprattutto nell'entrata in gioco del servofreno che sull'X9 ha un'azione meno appuntita di quello delle moto bavaresi che rende il comando un po' più modulabile. Funziona bene ma il feeling resta comunque lontano da quello degli impianti "normali". Non si può, insomma, pelare la frenata in ingresso curva, perché nel primo tratto della frenata la morsa sul disco è solo lieve per poi esplodere "tutto-subito" con l'entrata del servofreno.

BENE L'ABS In futuro è certo che questi sistemi saranno ulteriormente migliorati. Per ora comunque ci si accontenta, soprattutto dell'eliminazione della fastidiosa "pulsazione" della leva nell'entrata dell'ABS, sistema che ha convinto soprattutto per la sua riluttanza a innescare allunghi indesiderati in caso di frenate su buche improvvise. Occhio solo quando si frena forte con la leva sinistra che tende a portare comunque al bloccaggio la ruota posteriore, perchè dietro l'ABS non c'è.

SEMPRE LUI L'arrivo dell'ABS e del servofreno non stravolge il comportamento dinamico dell'X9 Evolution 500, che mantiene sempre le sue caratteristiche di guida molto turistiche, sottolineate dalla distribuzione dei pesi caricata sul posteriore e dalla taratura della forcella un po' morbida che tende ad affondare in frenata nonostante la presenza del sistema integrale che dovrebbe ridurre al minimo questo effetto.

AGILE Non che tra le curve non ci si possa tuffare, anzi. L'X9 500 è piuttosto agile non solo nel prendere la corda, ma anche nei cambi di direzione, dove però si evidenzia un comportamento dinamico non proprio omogeneo, con l'avantreno rapido e un po' leggerino (ma saldo a terra) e il posteriore in "ritardo" nel seguire i comandi.

CAVALLETTO BASSO A parte questa disarmonia (accentuata quando si gira in due), l'X9 Evolution 500 ABS è uno scooterone godibilissimo, guidato in modo pulito e rotondo (forzarlo non serve a nulla, anzi lo rende impreciso) l'avantreno dà la giusta confidenza, la tenuta di strada delle Michelin di serie è buona e in curva è preciso e piuttosto stabile (un pelo morbida la coppia di ammortizzatori dietro). Peccato solo per il cavalletto laterale che tende a grattare in fretta e per qualche turbolenza di troppo tra chi guida e il parabrezza che infastidisce quando si viaggia ad alte velocità.

In questo servizio:Casco: Dainese D jet AirGiacca: DaineseGuanti: DaineseScarpe: Sidi


Pubblicato da Alfredo Verdicchio, 31/05/2004
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox