news

Moto Guzzi MGS 01


Avatar Redazionale , il 19/09/02

19 anni fa -

Lo aveva promesso, ha mantenuto fino in fondo i suoi propositi. A fianco della naked Griso (ex tecnocustom) all'Intermot campeggiava questo incredibile prototipo denominato MGS 01. Uno studio su come potrebbe essere la Guzzi sportiva del futuro.

Guzzi del futuro, atto secondo. Dopo aver presentato la sua interpretazione della naked, la Casa di Mandello ha osato ancora di più presentanto all'Intermot questa incredibile MGS 01, ovvero una finestra su come potrebbe essere una Moto Guzzi sportiva tra qualche anno. Come la Griso, anche la MGS 01 è una concept che vuole essere soprattutto oggetto di discussione tra gli appassionati. La gestione Aprilia vuole essere ben sicura di quel che fa e quindi propone, ascolta, accetta consigli.

Se nella Griso si riconosce evidente il tratto della matita di Luciano Marabese, nella MGS c'è lo zampino (e anche qualcosa in più) di Giuseppe Ghezzi, ovvero quel Ghezzi e Brian che produce special da urlo motorizzate con il bicilindrico di Mandello. Bene ha fatto il cavalier Beggio ad affidare questo progetto a chi da sempe le Guzzi sa farle correre molto forte, anche in pista.

Ghezzi conosce bene le potenzialità del bicilindrico mandellese, dalle sue mani sono nati gioiellini superleggeri con motori anche da 140 cavalli e questa collaborazione "ufficiale" non può che fare piacere agli appassionati più "caldi" del marchio che sperano in un ritorno alla grande di una Guzzi supersportiva.

Prototipo, è vero, ma fatto di pezzi reali, non di legno. Il telaio è un montrave d'acciaio il forcellone è di alluminio scatolato, le sospensioni Ohlins (forcella rovesciata da 43 mm, ammortizzatore pluriregolabile), l'interasse contenuto in 1420 mm (lo stesso della 999 tanto per fare un paragone...) e il motore è il quattro valvole da 992 cc raffreddato ad aria con alimentazione ad iniezione e 102 cavalli di potenza a 8400 giri.

A quando pare la cura Ghezzi ha giovato anche al peso, dichiarato in 194 kg, mentre la MGS vuole esagerare nell dimensioni del pneumatico posteriore, addirittura un 200/50-17.


Pubblicato da Stefano Cordara, 19/09/2002
Gallery
Logo MotorBox