news

Yamaha Fest: cinquant'anni festeggiati al sole


Avatar Redazionale , il 24/06/05

16 anni fa -

Festa infuocata per le Yamaha che si sono radunate a Misano. La Yamaha ha spento in modo virtuale le cinquanta candeline in riviera. Sole, mare, tante moto e turni di pista regalati a tutti quelli con i tre Diapason sulle carene e poi? Poi gli auguri più attesi, indovinate da chi?


"Arriva? Ma, quando arriva?"
"Guarda, quando entrerà lo riconosceremo subito; fissa l'ingresso del circuito e se vedi un macchinone con la scorta e poi la "bella" di turno, beh, allora è sicuramente lui!"
E invece, ci ha fregato tutti. Il Vale è arrivato davvero, ma chi se ne fosse accorto potrebbe fare l'osservatore all'ONU, visto che ha passato i cancelli del circuito del Santamonica di Misano, ovviamente in incognito, sull'unica Yamaha WR450F Supermotard omologata per l'uso su strada esistente al mondo.


L'intervento del dottor Rossi, anche quest'anno è stata la ciliegina sulla torta della grande festa organizzata da Yamaha che ha visto oltre 3.000 gli ingressi in pista, 15.000 i partecipanti e un'intera città trasformata dall'invasione delle moto della casa di Iwata; a "Rizzone" (come dicono quelli della riviera) le Yamaha hanno riempito senza pudore strade e posteggi. Dal palco del "Yamaha Village" - il paddock del Santamonica trasformato da ospiti e animazioni offerte agli invitati della festa - ho visto gente in tuta prendere appunti seguendo le lezioni di Rossi mentre, annuendo, esclamavano "ma allora quella curva lì la posso fare più forte". Poi la realtà, ha riportato tutti con i piedi per terra. E' bastata una R46 guidata da Valentino per staccare tutti, proprio nel momento in cui quello che era dietro di lui (Staffelli, su R1) probabilmente pensava sotto la visiera: "niente male, riesco anche a tenergli il passo", insomma un po' quello che pensa ogni due domeniche Gibernau... E poi, in serata, grande festa dove, sul palco in P.zza Roma, hanno sfilato tutti i piloti del team Yamaha Motor Italia e il Team del Mondiale SBK con Haga e Pitt, tra una battuta di Sgrilli di Zelig e una canzone di Alexia.


Pubblicato da Gianluca Cagnoni, 24/06/2005
Gallery
Logo MotorBox