Anteprima:

Suzuki Intruder M 1800 R2


Avatar Redazionale , il 03/09/07

14 anni fa - La power cruiser di Suzuki

Da una costola della customona di Hamamatsu arriva questa power cruiser dall'impostazione sportiva.


UNA SORELLA PER L'INTRUDER
Tra nuovi scooter e moto iperveloci Suzuki ha presentato anche una nuova versione della sua maxi cruiser. La M 1800 R2 non rimpiazza l'Intruder esistente ma la affianca aggiungendo un po' di pepe sportivo alla sua linea. A Suzuki piace, infatti, definirla naked cruiser e la Intruder 1800 per l'occasione si è vestita da sportivona montando un nuovo faro, cerchi dal disegno più aggressivo, una forcella a steli rovesciati da 46, e addirittura le pinze radiali.

BASE CUSTOM IN SALSA SPORTIVA La base resta quella dell'Intruder già conosciuta, con il motorone bicilindrico da 1783 cc a farla da padrone (anche esteticamente) un telaio a doppia culla, forcellone di alluminio con monoammortizzatore e leveraggio progressivo. Ovviamente non dichiarati i dati di potenza e coppia, mentre la R2 non nasconde la sua stazza con 319 kg dichiarati a secco. Degno di nota anche il pneumatico posteriore da 240/40 (il più grande mai montato da Suzuki) che fa rientrare senza dubbio la Intruder nel segmento delle Power cruiser che ha come indiscussa leader la cattivissima Harley Night Rod.


SOLO O IN COPPIA?
La Intruder è moto per cuori solitari, infatti, è venduta con sella monoposto anche se è disponibile come optional un prolungamento per ospitare il passeggero. Alla strumentazione sul serbatoio si aggiunge una piccola consolle digitale piazzata sul manubrio che ospita il contagiri e le spie di servizio. In attesa di vedere le nuove sportive 600 e 750 che certamente vedremo a Parigi la Intruder va a completare la gamma delle moto 2008 di Suzuki. Prezzo e disponibilità non sono ancora stati dichiarati.


Pubblicato da Stefano Cordara, 03/09/2007
Gallery
Logo MotorBox