Pianeta India

Suzuki Hayate 110


Avatar Redazionale , il 19/01/12

9 anni fa - La Suzuki Hayate 110 promette oltre 60 km con un litro

Prezzo contenuto e consumi irrisori. Sono queste le due carte su cui punta la nuova Suzuki Hayate 110 per fare breccia nel cuore dei motociclisti indiani.

RISPARMIOSA "Paese che vai, usanze che trovi" è un detto che funziona a meraviglia anche nel mondo delle due ruote. Salvo rare eccezioni, dalle nostre parti i dati che più contano per il successo di una moto sono quelli relativi alla prestanza del motore e, magari, al peso. In India, invece, le cose cambiano. Là le moto le scelgono soprattutto con il portafoglio, più che con il cuore o il polso destro, e così le due voci chiave sono il prezzo e il consumo. E sotto questi punti di vista la nuova Suzuki Hayate 110, protagonista all'Auto Expo 2012 di New Delhi, ha tutte le carte in regola per farsi amare.

CARTA CANTA Inutile girarci tanto attorno: questa motina ha un prezzo che, stando alle prime indiscrezioni, dovrebbe restare sotto le 50.000 rupie, all'incirca 800 euro. Quanto invece ai consumi, il monocilindrico a quattro tempoi raffreddato ad aria e abbinato a un cambio a quattro marce promette percorrenze medie nell'ordine dei 60 km/litro.

NOMEN HOMEN Ce n'è forse abbastanza per far chiudere un occhio su un'estetica che, secondo i nostri canoni, non è proprio da far girare la testa. Hayate in giapponese sta per brezza leggera e leggera questa Suzuki lo è davvero. Con le sue forme pelle e ossa e le sue esili ruote da 17" gommate 2.75 all'anteriore e 3.00 al posteriore, ferma l'ago della bilancia a soli 112 kg. Tra le altre voci della scheda tecnica, spicca la scelta (anacronistica per noi europei) di due freni a tamburo.


Pubblicato da Paolo Sardi, 19/01/2012
Logo MotorBox