Soriano Giaguaro: prezzo, dati, potenza, autonomia
Novità

Due motori e cambio manuale, così si presenta la Soriano Giaguaro


Avatar di Giorgio Sala , il 12/11/21

2 settimane fa - Soriano Giaguaro: prezzo, dati, potenza, autonomia

Una frizione, 5 marce e una batteria da 20 kWh. Ecco come si presenta la moto elettrica di Soriano Motori: la Giaguaro

 non avete mai sentito parlare di Soriano Motori fino ad ora, non c’è nulla di strano. La Soriano Motori è nata quest’anno grazie all’idea di Marco Antonio Soriano IV: americano di nascita, ma discendente di una dinastia nobile spagnola con evidenti origini italiane. Come un fulmine a ciel sereno, l’azienda sceglie l’Italia – ed Eicma 2021 – per svelare al mondo la propria moto elettrica: di chiama Giaguaro, e come l’omonimo felino non ha paura di niente e nessuno. Le moto di Soriano nascono in Italia dal punto di vista dell’R&D: motore, telaio, cambio, frizione e gestione dei software sono prodotti internamente dall’azienda. Sì, avete letto bene: cambio e frizione, su una moto elettrica. Ma di questo aspetto tratteremo nell’opportuna sede.

STORIA

Le moto Soriano sono prodotte in Italia da un team di esperti di lungo corso, riconosciuti e stimati nell'ambiente internazionale per la concretezza e la realizzazione delle idee. Telaio, motore, cambio, frizione e software di gestione, quindi, sono totalmente “Made in Soriano”. Ergonomia e layout generale dei veicoli, sono stati studiati e realizzati condensando i massimi criteri scientifici al fine di ottimizzare il lavoro di tutte le componenti e la loro relativa intercambiabilità. Le prime moto che verranno assemblate negli stabilimenti italiani, saranno la Giaguaro V1S e la Giaguaro V1R.

DESIGN

Le moto di Soriano puntano ad uno stile al contempo elegante e muscoloso, sportivo, con sovrastrutture in fibra di carbonio e abs. Il design è senza dubbio personale, con un faro tondo all’anteriore e una coda piuttosto snella che sono intramezzate da ampie carene che nascondono il pacco batterie, ma lasciano in bella mostra i carter motore. Dunque, un layout ricercato che le regala un’elevata personalità.

VEDI ANCHE

CICLISTICA

Il telaio è perimetrale in tubi d’acciaio, mentre le vere “chicche tecniche” riguardano la forcella anteriore e il forcellone posteriore. Quest’ultimo è rovesciato, una soluzione che spesso si vede su prototipi da GP, e inoltre è ricavato dal pieno ed è infulcrato al telaio con un monoammortizzatore con leveraggi. La sospensione anteriore, invece, è di due tipi: la V1S presenta una forcella a steli rovesciati con steli da 50 mm di diametro e 125 mm di escursione; la V1R invece disporrà di un sistema a parallelogramma che sfrutta la rotazione dei bracci intorno ai cuscinetti, impiegando una traiettoria di escursione più verticale, riducendo gli attriti ed eliminando quasi del tutto l'effetto “antidive”. L'escursione, in questo caso, è di 120 mm. Il peso della V1S e della V1R si attesta sui 255 kg, di cui circa 70 kg di batteria.

Per quanto riguarda i freni, l’iniziale idea di un freno perimetrale è stata accantonata a favore di una soluzione più tradizionale: due dischi da 320 mm, pinze a 4 pistoncini con attacco radiale e, al posteriore, un disco da 260 mm sempre con pinza a 4 pistoncini. Completano il pacchetto ciclistico pneumatici di sezione 120/70 e 180/55 accolti da cerchi OZ da 17”.

MOTORE E BATTERIA

Ben due i motori all'interno del telaio: un'unità trasversale, perpendicolare rispetto all'asse del veicolo, che riporta alla mente lo schema boxer utilizzato sui veicoli a propulsione endotermica.

Interamente progettato da Soriano Motori, il sistema è realizzato in collaborazione con Moog, azienda italo-statunitense. I due motori sono brushless. I vantaggi che ne derivano, oltre a quelli di affidabilità, spaziano dal rendimento alle inerzie ridotte, mentre si riducono gli interventi di manutenzione e, a parità di potenza, anche ingombri e dimensioni generali. Parlando proprio di potenza si parte dai 60 Kw (81,6 CV) per la V1S; 72 Kw (97,9 CV) per la V1R; la coppia resta di 155 Nm. Il motore sarà la base di una piattaforma globale di veicoli elettrici, così come lo saranno le batterie.

L'autonomia della Giaguaro, per entrambe le versioni, nell'utilizzo misto, urbano-extraurbano, si attesta intorno ai 180 km. I risultati ottenuti al banco, a velocità costante (120 km/h) in condizioni praticamente non replicabili dall'utenza media su strade aperte al traffico, hanno raggiunto quota 400 km. I tempi di ricarica, con il caricabatterie da 3,5 Kw di potenza, è di 5 ore; si scende sotto la soglia dei 60 minuti utilizzando la versione più performante da 20 kW.

PREZZI E DISPONIBILITÀ

La nuova Soriano Motori Giaguaro parte da 25.000 euro per la versione V1S e sale a quota 32.500 euro per la V1R.


Pubblicato da Giorgio Sala, 12/11/2021
Tags
Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox