News

Malaguti Cafè Racer


Avatar Redazionale , il 08/01/02

19 anni fa - Vedo nudo

La casa di San Lazzaro continua nei suoi esperimenti a ruote alte. Dopo la Super Climber ecco la Cafè Racer, realizzata sulla stessa base ma ancora più accattivante e aggressiva. Avrà un futuro?

Dopo aver svelato a sorpresa al Motorshow la Super Climber, Malaguti Insiste con i prototipi di moto, segno che forse il salto nel mondo delle ruote alte è più vicino di quel che si pensi.
Così dopo quello della Scrambler Malaguti affronta il tema non meno affascinante della Cafè racer con una moto altrettanto originale. Anche perché, la Cafè Racer ha la medesima base tecnica della sorellina.

Stesso motore monocilindrico Yamaha con quattro valvole e raffreddamento ad aria (lo stesso che equipaggia la XT 600) capace di 31,5 kW (43 cv) a 6700 giri, stesso telaio tubolare in acciaio con piastre in alluminio stile Benelli Tornado. Insomma spazio alla modularità, ma poi la Cafè Racer si da una ripassata di grinta sfoggiando un forcellone monobraccio a traliccio d’acciaio (l’idea non è nuova ricordate la Ducati MH evoluzione?) che muove un singolo ammortizzatore laterale a gas, un manubrietto basso e compatto e un poderoso doppio disco da 320 mm lavorato da rubizze pinze a sei pistoncini. Bello anche il corto scarico laterale LeoVince dal quale siamo sicuri uscirà un bella vociona.

Sella corta, due parafanghini, serbatoio smilzo e un faro anteriore a pera che ricorda un po’ quello della Brutale vestono (poco) questa naked anoressica che sulla bilancia dovrebbe denunciare circa 140 kg, il che anche se la potenza non è certo rilevante dovrebbe assicurare gran divertimento di guida. Arriverà davvero? ancora non lo sappiamo certo è che l'idea ci sembra vincente, voi che ne pensate?


Pubblicato da Stefano Cordara, 08/01/2002
Gallery
Logo MotorBox