Autore:
Danilo Chissalè

LUNGA VITA Alla regina! O forse no? Kawasaki con la Ninja ZX10-R, grazie al binomio moto/pilota più competitivo di sempre, vince da 4 anni il Campionato Mondiale delle derivate di serie, meglio conosciuto come Mondiale SBK. Nelle classifiche di vendita, invece, il primato è ben lontano; sarà perché il progetto è stato sì di volta in volta migliorato ma mai stravolto dal 2015, sarà per quell’essere restia al progresso tecnologico della Casa di Akashi ma sta di fatto che la Ninja non è la più desiderata dagli amanti dei semi manubri. Le cose però potrebbero presto cambiare con il tanto atteso arrivo del model year 2019.

UCCELLINO AMERICANO La conferma dell’arrivo di una nuova ZX-10R arriva direttamente dagli Stai Uniti, proprio da parte di Kawasaki. La casa produttrice ha infatti depositato alla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA) le pratiche necessarie utilizzate dal sistema VIN (cioè il numero di identificazione del veicolo). In questi elenchi sono presenti tutti i modelli che la casa ha in produzione… indovinate quale modello manca? Esatto! Proprio la ZX-10R in tutte le sue varianti, ciò significa che il modello 2019 non è ancora pronto ma è sulla buona strada. Purtroppo da queste pratiche non si riesce a capire molto della Kawa che verrà ma alcune cose sono pressochè certe.

DENTRO E FUORI La nuova Kawasaki Ninja Zx-10R sarà rivista nell’estetica e nella sostanza. Sulla rete si possono trovare diversi render, alcuni ricalcano le linee della vecchia ZX-RR da MotoGp, a parer mio già superate, altri si ispirano alle linee tese ed appuntite della hypersport Ninja H2. Solo il tempo ci dirà se la regina, specchiandosi nel famoso specchio, sarà la più bella del reame. Sulla sostanza qualcosa in più si sa: sarà sicuramente più tecnologica, sostituendo il display digitale con un più moderno TFT in grado di mostrare al meglio i parametri dell’elettronica e molto probabilmente adotterà le sospensioni elettroniche, che ben si comportano sul modello SE, su tutta la gamma. Per quanto riguarda le prestazioni ci si aspetta un incremento sensibile della potenza erogata dal propulsore, che verosimilmente sarà già in linea con la normativa anti inquinamento Euro5, ed una rapportatura finale più corta. La data di presentazione coinciderà con i saloni autunnali, a novembre ne vedremo delle belle.  


TAGS: