Anteprima:

Harley-Davidson 2009


Avatar Redazionale , il 13/08/08

13 anni fa - Una VRod muscolosa, aggiornamenti per le altre

Piccoli e grandi aggiornamenti per la gamma 2009 delle moto americane per eccellenza. Le Touring, ricevono un telaio completamente nuovo, le VRSC un modello inedito e tra le CVO spunta la chicca Fat Bob.

ANNO NUOVO, GAMMA NUOVA L'appuntamento estivo con i modelli H-D per la stagione a venire è ormai un classico. La Casa di Milwaukee è infatti nota per la capacità di aggiornare di anno in anno i propri modelli, senza però stravolgerne l'estetica che li ha resi famosi.Anche per il 2009, quindi, le novità - più o meno importanti -  sononumerose, tra modelli inediti e profondi aggiornamenti tecnici.

MUSCOLI IN VISTA Una delle prime foto arrivate in redazione, per esempio, ritraeva in tutta la sua imponenza la nuova V-Rod Muscle, in cui nome evoca senza mezzi termini l'impatto estetico di questi tre quintali di moto dalle forme tornite. Lelinee snelle della serie VRSC standard sembrano infatti realmenteanabolizzante, soprattutto per quanto riguarda i nuovi parafanghianteriore e posteriore e le squadrate prese d'aria ai lati del serbatoio.


SELLA DA DRAGSTER
Tecnicamente questa V-Rod non introduce alcuna novità, se si tralascia lagomma posteriore da 240mm, prima di serie solo sulla Night Rod Speciale ora standard su tutta la gamma delle Harley "a liquido". A rendere subito riconoscibile la Muscle, ci pensano però la nuova sella scavata e con appoggio posteriore per contrastare la spinta da dragster del motore Revolution, nonché l'inedito faro posteriore a LED e il bel doppio terminale dalla forma squadrata.

TURISMO A DUE MESCOLE
Se la serie V-Rod introduce solo una nuova versione rivista unicamente nell'estetica, la gamma Touring è invece stata oggetto di un profondo rinnovamento tecnico, dato che sotto le linee conosciute di Electre Glide & Co. si nasconde un telaio completamente nuovo e una componentistica tecnica molto più moderna, basti pensare che le loro nuove gomme Dunlop sfruttano una tecnologia bi-mescola, finora riservata a coperture di ben altra destinazione.


SALDATE DAL ROBOT
Anche se al primo sguardo è difficile accorgersene, le Harley Touring 2009 hanno quindi telaio, supporti motore, scarichi e ruote diverse rispetto allo scorso anno. Il nuovo telaio sfrutta la più avanzata tecnica della saldatura robotizzata per ridurre della metà le componenti utilizzate e la lunghezza delle saldature, ottenendo una rigidità superiore del 20%.

AL MINIMO NON VIBRA
A questo si sommano la rigidità superiore del 60% attribuita al nuovo forcellone con bracci a sezione variabile e i nuovi attacchi del motore, ora di tipo a doppio supporto elastico, che riducono le vibrazioni trasmesse al telaio con il motore al minimo. Il risultato è una maggior maneggevolezza e precisione di guida, accentuate anche dalle scelte fatte a livello di cerchi e pneumatici.


17 PER TUTTE (O QUASI)
La gamma Touring 2009 è infatti caratterizzata da nuove ruote alleggerite da 17 e 16 pollici rispettivamente all'anteriore e al posteriore, dove viene montato un pneumatico maggiorato da 180/65. I pneumatici sono, come detto, del tipo multi mescola e garantiscono più tenuta e una durata maggiore del 25%,mentre le dimensioni riviste della gomma posteriore hanno permesso diincrementare la capacità di carico rispetto ai modelli precedenti.

DUE DENTI IN PIU' Solo la Road King Classic mantiene quindi l'anteriore da 16", mentre per quanto riguarda il motore, dotato come sempre di acceleratore  comando elettronico, per tutta la gamma si segnala il nuovo impianto di scarico di tipo 2-1-2, con catalizzatore integrato e nuove paratie anticalore, e la trasmissione accorciata tramite una corona a 68 denti (prima erano 66), per aumentare le doti di accelerazione.

PIU' SPAZIO PER IL SECONDO Il nuovo telaio ha aumentato l'interasse di 15mm (pur con avancorsa e inclinazione cannotto invariate), il che ha permesso di dare più spazio alle gambe e ai piedi del passeggero posteriore, grazie anche alla nuova forma dello scarico.Quest'ultimo è stato poi riprogettato anche con l'obbiettivo di ridurre il calore trasmesso a pilota e passeggero,vero tallone d'Achille delle peraltro comodissime Touring H-D. Piccoliaggiornamenti riguardano poi la dotazione di accessori della serie.


BOBBER ANCOR PIU' MINIMAL
Per quanto riguarda il resto della gamma sono da segnalare la nuova strumentazione per la gamma Dyna,che introduce un indicatore dei chilometri fatti in riserva (abbinatoad un nuovo galleggiante nel serbatoio) e un sistema che evital'appannamento in condizioni atmosferiche sfavorevoli. Tutte leDyna ricevono poi un parafango anteriore più vicino alla gomma, mentrela Street Bob è stata oggetto di una rivisitazione estetica che neesalta le forme minimaliste.

SOFTAIL PIU' RETRO
La serie Softail e Sporster rimangono invece sostanzialmente invariate. La prima, forte di ben sette modelli, introduce solo alcune modifiche alla Heritage Softail Classic che ne accentuano l'estetica retro, mentre per le mitiche piccole Harley sono da segnalare solamente l'introduzione di un nuovo parafango anteriore che rimane più vicino alla gomma anteriore, sospensioni riviste in termini di comfort per i modelli 883 Custom, 1200 Low e 1200 Custom e un nuovo cerchio posteriore alleggerito per le versioni custom, a vantaggio della maneggevolezza.

Infine,per gli amanti degli oggetti davvero speciali, Harley per il 2009 haallargato alla Fat Bob la possibilità di entrare nel club esclusivodelle performanti versioni CVO, che proprio quest'anno festeggiano condieci candeline l'introduzione di questa gamma di custom direttamenteprodotte nella fabbrica di Milwaukee. Come le altre CVO, la Fat Bob,guadagna quindi il possente motore Screamin Eagle Twin Cam 110,tonnellate di cromo e ben tre colorazioni esclusive dai nomichilometrici: Sunrise Yellow Pearl con Platinum Quartz, Black Diamondcon Fire Quartz e Denim Granite con Electric Blue Fad.


Pubblicato da Michele Losito, 13/08/2008
Gallery
Logo MotorBox